Flame il nuovo virus informatico che infiamma il Medio Oriente Stampa E-mail
Giovedì 31 Maggio 2012 16:00

I due virus cibernetici che hanno colpito negli anni passati il programma nucleare iraniano sono stati infatti “ridicolizzati” da una nuova “piaga” virtuale appena scoperta dagli ingegneri informatici. Il virus delle meraviglie - a quanto pare circa 20 volte più complesso di Stuxnet - si chiama Flame e questa volta non ha colpito solamente i computer dell'Iran, ma anche quelli di Isreale, Sudan, Siria, Libano, Arabia Saudita ed Egitto.

Leggi tutto...
 
Iraq, Baghdad: quattro morti e 25 feriti in attentato dinamitardo Stampa E-mail
Giovedì 31 Maggio 2012 15:30

Un'automobile e' esplosa a Baghdad, la capitale irachena, in un attacco dinamitardo, ferendo venticinque persone ed uccidendone almeno quattro. La bomba e' defragrata nei pressi di un ristorante situato nel principale quartiere Scita di Shula, a nord della citta'.

Leggi tutto...
 
Turchia: cala il consenso all'adesione UE Stampa E-mail
Giovedì 31 Maggio 2012 15:00

Nella Turchia in pieno boom economico e' in forte calo l'appoggio alla candidatura di Ankara all'Unione Europea, rivela un sondaggio reso pubblico oggi dall'agenzia Anadolu. Il 44,3% dei turchi e' ancora favorevole all'adesione all'Ue, contro il 63% nel 2005, quando Ankara ha formalmente iniziato le trattative con Bruxelles.

Leggi tutto...
 
Siria: la Cina ribadisce la propria opposizione ad intervento militare Stampa E-mail
Giovedì 31 Maggio 2012 14:30

La Cina ha ribadito la propria ''opposizione'' a un eventuale intervento militare in Siria rifiutando un ''cambio di regime'' attraverso l'uso della ''forza''. Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri di Pechino, Liu Weimin.

Leggi tutto...
 
Siria: ultimatum di 48 ore ad Assad Stampa E-mail
Giovedì 31 Maggio 2012 13:30

Una lancia spuntata appare l'ultimatum di 48 ore inviato ieri sera dai ribelli siriani al presidente Bashar al Assad, intimandogli di cessare la repressione e rispettare i sei punti del piano dell'inviato Onu Kofi Annan, nel giorno in cui si registrano almeno altri 62 uccisi - per lo più civili - da parte dei governativi che hanno ripreso a bombardare la città di Hula, secondo quanto segnala il Cns. E mentre da Washington la Casa Bianca afferma: "Chi oggi sostiene il regime di Assad si pone dalla parte sbagliata della storia", il Consiglio di sicurezza dell'Onu si è riunito in serata.

Leggi tutto...
 
Libia: ripristinata la produzione dell'ingese BP Stampa E-mail
Giovedì 31 Maggio 2012 13:00

Bp ha dichiarato che la produzione in Libia sara' ripristinata dopo l'interruzione, avvenuta nel febbraio dello scorso anno, a seguito delle rivolte scoppiate nel paese contro Gheddafi.

Leggi tutto...
 
Libia: riapertura consolato italiano a Bengasi Stampa E-mail
Giovedì 31 Maggio 2012 12:30

''La riapertura del Consolato Generale a Bengasi conferma l'assoluta priorita' che l'Italia attribuisce al consolidamento delle relazioni con la nuova Libia ed all'intensificazione dei contatti fra i rispettivi popoli e societa' civili''. Ad affermarlo e' il titolare della Farnesina, Giulio Terzi, commentando i primi dati sull'attivita' dell'ufficio consolare, che ha riaperto i battenti nei giorni scorsi.

Leggi tutto...
 
Tunisia: sciopero dei magistrati Stampa E-mail
Giovedì 31 Maggio 2012 12:00

I magistrati tunisini hanno iniziato martedì uno sciopero ad oltranza in risposta al licenziamento di alcune decine di colleghi. Lunedì il ministro della Giustizia Noureddine Bhiri ha licenziato 81 magistrati perché “sospettati di corruzione” e “forti legami” con l’amministrazione di Zine al-Abidine Ben Ali, estromesso lo scorso anno durante la rivolta che ha ispirato la cosiddetta primavera araba.

Leggi tutto...
 
Tunisia: i debiti di Ben Ali ammontano a circa 85mila euro Stampa E-mail
Giovedì 31 Maggio 2012 11:31

L'ex dittatore, Zine El Abidine Ben Ali, scappando dalla Tunisia, si e' lasciato dietro pochi rimpianti, ma certo molti debiti. Infatti, secondo il sito economico specializzato African Manager, risultano insolute bollette a lui intestate per circa 85 mila euro da pagare alla Steg, l'ente energetico tunisino che distribuisce energia elettrica e gas.

Leggi tutto...
 
Tunisia: scontri tra sindacati ed Ennahdha Stampa E-mail
Giovedì 31 Maggio 2012 11:00

La ''rivoluzione dei gelsomini'', i suoi ragazzi arrabbiati e sorridenti avvolti nella bandiera nazionale, la voglia di un popolo di affrancarsi dalla dittatura sono un ricordo: la Tunisia di questi giorni e' un Paese ostaggio della tensione politica e sociale, cosciente di stare avvicinandosi ad un punto di non ritorno. Tanti segnali, apparentemente sganciati l'uno dagli altri, ma che insieme danno della Tunisia l'immagine di una nazione che si sta preparando ad un futuro prossimo denso di incognite.

Leggi tutto...
 

Scenario

Tehran-Ankara: una nuova guerra fredda?

Il 2011 si è chiuso con il timore di una rinnovata minaccia nucleare iraniana nel Golfo Persico e la conseguente adozione di pesanti sanzioni nei confronti della Repubblica islamica, da parte della Comunità internazionale. Tuttavia le misure finanziarie promosse in particolar modo da Stati Uniti ed Israele, mirate a colpire l'economia del Paese e ad indebolirne l'influenza nel vicinato, non sono state sufficienti ad intimorire il presidente Mahmoud Ahmadinejad, che ha prontamente annunciato la ripresa del programma di arricchimento dell' uranio, nel sito di Fordo, presso la città santa di Qassam. Tenuto segreto fino al 2009 ed ora ripreso dalle immagini satellitari, l'impianto di Fordo sembrerebbe inattaccabile. A far tremare il gigante persiano però, non sembrerebbero tanto i provvedimenti della coalizione occidentale o le intimidazioni delle Nazioni Unite, quanto più il ruolo preponderante che potrebbe assumere nell'area una potenziale avversaria, la Turchia. Il ministro degli esteri turco Davutoglu, durante una recente visita a Tehran, ha infatti espresso preoccupazione riguardo all'inasprimento delle tensioni tra Sciiti e Sunniti in Medio Oriente, criticando la scelta del vicino persiano e paventando la possibilità di una nuova guerra fredda nella Regione. Davutoglu così facendo, ha evidenziato nuovamente la determinazione di Ankara ad abbandonare la filosofia dei “problemi zero” in politica estera, affrontando invece da protagonista la gestione dei conflitti areali.

Leggi tutto...

Punto di vista

In Egitto l'islam politico al potere ma senza petrolio

L’Islam politico con la Fratellanza musulmana islamista e l'ancor più puritano partito salafita Al Nour, hanno sorpreso se stessi e gli egiziani conquistando oltre il 60 per cento dei seggi alle elezioni parlamentari in Egitto. In Egitto si sta verificando un test unico per il Medio Oriente: cosa può accadere quando l'Islam politico deve lottare con la modernità e la globalizzazione senza avere il petrolio? I movimenti islamici hanno a lungo dominato l'Iran e l'Arabia Saudita. Gli ayatollah in Iran e i .Wahabiti in Arabia Saudita, hanno saputo far convivere la propria ideologia con i frutti della modernità perché possedevano una grande ricchezza, il petrolio per comperare qualsiasi contraddizione.

Leggi tutto...

Tendenze - 2

Primo museo israeliano dedicato all'architettura

Israele è uno dei paesi con il maggior numero di musei al mondo eppure non aveva mai avuto un museo dedicato all'architettura fino a che Amos Gitai si è reso protagonista di questa impresa. L’inaugurazione del Museo di Architettura di Haifa è previsto per il 16 marzo 2012, compleanno del defunto padre di Gitai, Munio Gitai Weinraub. Il museo è situato in quello che era lo studio di suo padre, uno dei principali architetti della storia israeliana. Oltre ad una mostra permanente sui progetti di Weinraub, un spettacolo di apertura si concentrerà sulle case popolari in Israele dal 1940 ad oggi. "Il museo è un omaggio a questa generazione di architetti, come mio padre ei suoi amici della Bauhaus, ma allo stesso tempo, vogliamo richiamare l'attenzione sul fatto che l'architettura deve guardare a questioni sociali", dice Gitai.

Leggi tutto...
  • 0
  • 1

Siria: nuovo sostegno ai ribelli dai Paesi del Golfo

News image

I ribelli siriani iniziano a ricevere maggiori aiuti dall'esterno, consistenti soprattutto in armamenti di migliore qualità, grazie all'impegno finanziario dei Paesi del Golfo e al coordinamento degli Stati Uniti. Nel frattempo la guerra continua e proprio ieri un veicolo ...

Leggi tutto

L'India taglia l'import di greggio iraniano

News image

L'India ha deciso di ridurre di oltre l'11% le importazioni di greggio iraniano nell'anno fiscale 2012-2013. E' quanto ha comunicato il ministro del Petrolio Ramchandra Prasad Singh in una risposta a una interpellanza parlamentare al Senato di New Delhi secondo ...

Leggi tutto

Iran: impiccato il presunto responsabile dell'attentato al fisico nucleare

News image

Secondo i media di Stato della Repubblica islamica, l' uomo accusato dell'assassinio di un fisico nucleare iraniano a Tehran nel 2010, sarebbe stato stato impiccato. Majid Jamail Fashi, 24 anni era stato ritenuto responsabile dell'attentato al Professor Massoud Ali ...

Leggi tutto

Le Nazioni Unite denunciano gli insediamenti legalizzati in Cisgiordania

News image

L'osservatore palestinese delle Nazioni Unite Riyad Mansour, ha denunciato la legalizzazione di tre insediamenti israeliani in Cisgiordania, definita come l'ennesimo tentativo di rafforzare la rete di colonie illegali. La condanna palestinese è solo l'ultima di una vera e propria ondata ...

Leggi tutto

L'Onu condanna il trasferimento forzato dei palestinesi

News image

Ieri il funzionario delle Nazioni Unite e coordinatore umanitario ONU, Maxwell Gaylard, ha accusato in una dichiarazione ufficiale le autorità israeliane di aver forzatamente trasferito palestinesi dalle proprie case a Beit Hanina, a Gerusalemme Est. La polizia israeliana ha sfrattato ...

Leggi tutto

Libia: la disputa sul processo di Saif al Islam Gheddafi e' ancora aperta

News image

Gli avvocati della commissione di difesa di Saif al Islam Gheddafi, presso il Tribunale Penale Internazionale , hanno riferito che l'imputato si trova tutt'ora in stato di custodia cautelare in ...

Leggi tutto