Now reading
Assicurazione auto 2017: in Italia 4,5 milioni di assicurati scelgono la scatola nera

Assicurazione auto 2017: in Italia 4,5 milioni di assicurati scelgono la scatola nera

Per quanto riguarda il settore dell’assicurazione auto, l’Italia vanta un record inavvicinabile da ogni altro Paese UE. Sono gli italiani infatti il popolo con il maggior numero di polizze assicurative connesse a una scatola nera, il dispositivo satellitare attraverso il quale è possibile monitorare e registrare tutte le informazioni riguardanti sia il veicolo che il comportamento del guidatore.

Appare chiaro dunque che la scatola nera può essere una grande risorsa in caso di sinistro, poiché consente di dimostrare l’effettiva innocenza dell’assicurato qualora non sia stato lui a provocare l’incidente. Ed è proprio per questo che diverse compagnie assicurative incentivano l’installazione di tale dispositivo sull’auto applicando uno sconto sul premio.

Non sorprende quindi che siano sempre di più gli italiani che hanno deciso di ricorrere alla scatola nera. Si calcola che dal 2012 al 2016 le polizze assicurative con black box siano salite dal 4,4% del totale al 16,2%, una quota pari all’incirca a 4,5 milioni di polizze RCA.

Numeri senza dubbio ragguardevoli se si considera che, per fare un esempio, in Germania le vetture con installata la scatola nera sono in totale 20 mila. E negli altri Stati dell’Unione Europea, le cifre sono più o meno simili a quelle tedesche.

Assicurazione auto con scatola nera: in Italia primeggia Unpol-Sai

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Come si legge in un’indagine pubblicata dal Corriere della Sera, il boom delle scatole nere si deve soprattutto agli sconti applicati dalle compagnie assicurative, che offrono delle riduzioni sul premio con quote che arrivano anche al 25-30%.

Un vero e proprio toccasana per un mercato in cui le tariffe delle polizze assicurative si collocano in una fascia più alta di quella prevista per la media europea. In questo modo infatti c’è un vantaggio sia per gli automobilisti, che risparmino sul premio della polizza, che per le compagnie assicurative che grazie alla scatola nera sono molto più tutelate dalla possibilità di frodi.

Da considerare inoltre che quanti accettano di installare una scatola nera, che comporta un costante controllo da parte della compagnia assicurativa, sono clienti che offrono, già in partenza, delle garanzie di trasparenza alla compagnia. Di conseguenza è naturale che quest’ultima li ripaghi con una tariffa privilegiata.

Analizzando la situazione in Italia, nel mercato delle polizze auto con scatola nera la compagnia che prevale è Unpol-Sai che conta una quota di assicurazioni auto con black box pari al 25% delle polizze totali. Al secondo e terzo posto troviamo invece Generali e Allianz.

Sia queste che le altre compagnie assicurative che operano nel nostro Paese stanno investendo in nuovi dispositivi per l’analisi dei dati e profilazione degli assicurati. Lo scopo è quello di creare delle nuove scatole nere capaci di offrire servizi sempre più efficienti, quali ad esempio sistemi interattivi che agevolino il condecente a riconoscere le situazioni rischiose o gli permettano di impostare limiti di velocità.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti