Now reading
Asta Btp, salgono i rendimenti per i titoli a tre anni ma il trentennale rimane invariato

Asta Btp, salgono i rendimenti per i titoli a tre anni ma il trentennale rimane invariato

Cresce il rendimento del titolo triennale, raddoppiato rispetto a quello previsto a maggio che si attestava allo 0,08%. Scendono invece i settennali mentre i Btp a lungo termine rimangono invariati.

Risultati misti, quindi, rispetto ai precedenti collocamenti, nell’asta di metà mese relativa i titoli a medio e lungo termine, in cui il ministero dell’Economia ha collocato 7 miliardi di euro rispetto al massimo dell’intervallo fissato tra 5,5 e 7 miliardi.

In particolare, la quinta tranche del Btp a tre anni aprile 2019 cedola 0,10%, offerta per 1,5-2 miliardi, è stata assegnata per 2 miliardi con un tasso lordo dello 0,08% dallo 0,04% di metà maggio, mentre la settima riapertura del sette anni marzo 2023 0,95% è stata collocata per 3 miliardi su un range di 2,5- 3 miliardi con un rendimento dello 0,83% dallo 0,87% del collocamento scorso.

Sul tratto extra-lungo della curva, infine, collocati 1,259 milioni della quarta tranche del trentennale marzo 2047 coupon 2,70% e 742 milioni del settembre 2044 4,75%, quattordicesima riapertura. L’offerta del Tesoro prevedeva un importo complessivo compreso tra 1,5 e 2 miliardi.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Il rendimento lordo si attesta al 2,44% sul titolo di settembre 2044 e a 2,49% su quello di marzo 2047, senza variazioni rispetto dall’asta d aprile. Il regolamento di tutti e quattro i titoli è fissato per mercoledì 15 giugno.

Che cosa significano queste cifre? Ecco il commento dell’analista Vincenzo Longo (Ig): «Le aste sono state ben coperte, grazie soprattutto all’avversione al rischio che sta determinando un abbandono dell’azionario e una fame di titoli governativi.

Il timore della possibile Brexit si vede probabilmente sul rialzo del rendimento del titolo a 3 anni». Una paura, spiega Longo, che aggiunge pressione ai titoli periferici perché l’uscita eventuale della Gran Bretagna potrebbe costituire un precedente per altri Stati attraversati da spinte euroscettiche. Se vuoi restare aggiornato sulle migliori opportunità di investimento, segui investimenti-sicuri.it

Fonte: corriere.it

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti