Now reading
Banca sicura: Intesa Sanpaolo lo è davvero? Utile oltre le attese, ma azioni in rosso

Banca sicura: Intesa Sanpaolo lo è davvero? Utile oltre le attese, ma azioni in rosso

Nonostante un comparto bancario in crisi, Intesa Sanpaolo si conferma una banca sicura e stabile. Tuttavia l’andamento positivo della banca non è stato accolto con sorpresa dal mercato e, nell’ultima sessione della settimana, le azioni dell’istituto continuano a viaggiare in territorio negativo.

La banca però si conferma solida e dotata di un’ottima patrimonializzazione. Lo stock dei crediti deteriorati scende mentre l’utile netto, anche se in discesa dal secondo trimestre dell’anno, risulta superiore a quanto si aspettavano gli analisti.

Nel terzo trimestre dell’anno, Intesa Sanpaolo ha segnato un utile netto al di sopra delle aspettative: 628 milioni. Anche se questo segna un calo rispetto ai 901 milioni di euro registrati nei tre mesi precedenti, questo risultato si attesta a un livello ben più alto di quanto atteso dagli analisti, secondo i quali era previsto un ribasso fino a quota 600 milioni.

Banca sicura 2016: le azioni di Intesa Sanpaolo scendono dell’1,18%

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

L’utile netto di Intesa Sanpaolo cresce poi se si escludono i contribuiti che la banca ha dovuto versare al fondo di garanzia dei depositi e al fondo di risoluzione. In questo caso si arriva a 697 milioni di euro, in discesa dai 912 milioni del secondo trimestre 2016 e rispetto ai 724 milioni cui si attestava l’utile dell’istituto durante lo stesso periodo dell’anno scorso.

Intanto nel terzo trimestre i crediti deteriorati della banca scendono a quota 4%, mentre se si considera l’andamento a partire dall’inizio dell’anno, questi si sono ridotti del 6%. Scendono anche lo stock di sofferenze e le inadempienze probabili.

Per quanto riguarda le azioni Intesa Sanpaolo, nella sessione di venerdì queste si sono confermate in flessione, con un calo di giornata pari all’1.18%. L’istituto ha riferito che si aspetta di chiudere l’anno in modo positivo, procedendo verso un utile netto “consolidato” e superiore a quello dell’anno passato.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti