Now reading
Banche: Abi dati positivi sui prestiti ma calano le obbligazioni

Banche: Abi dati positivi sui prestiti ma calano le obbligazioni

I numeri Abi parlano di dati positivi per quanto riguarda i prestiti erogati dalle banche. Si registra invece un calo delle obbligazioni. Queste sono solo alcune tra le informazioni che si possono ricavare analizzando il bollettino mensile dell’Associazione, che riporta anche dati sulle sofferenze.

A tal proposito è sottolineare che i numeri in questione, che si attestavano attorno agli 85,5 miliardi a fine ottobre, non sono stati coinvolti da cambiamenti importanti rispetto a settembre, quando si poteva parlare di una cifra pari a 85,16 miliardi. Rilevante è però la riduzione rispetto al picco di 89 miliardi registrato nel mese di dicembre del 2015.

Raccolta delle banche: ecco come sono andate le cose a novembre

Tra le informazioni contenute nel bollettino mensile Abi è possibile considerare anche dei dati relativi alla raccolta delle banche. Su questo aspetto si può ricordare che, per quanto riguarda il mese di novembre, i valori sono fissi a -0,8%. In ottobre tale cifra era pari a -1,5%. Osservando le diverse componenti, è possibile notare un divario palese tra le fonti a breve termine e quelle a medio e lungo termine.

Non è un caso se i depositi effettuati da clienti residenti, nel corso del mese di novembre, sono stati interessati da un incremento del 4,4%, con un incremento notevole del valore assoluto annuale. Analizzando la variazione annuale delle obbligazioni invece è possibile riscontrare un segno meno, per la precisione un dato pari a -18%, in linea con il -17% registrato nel mese di ottobre.

Prestiti bancari: ecco i numeri della crescita

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Come sopra specificato, il bollettino mensile Abi spicca per la presenza d’informazioni relative ai prestiti bancari. A tal proposito si può sottolineare che quelli a 1.814 miliardi sono stati interessati da un aumento dello 0,5%. Rispetto ai numeri pre crisi risalenti al 2007 si può inquadrare un incremento complessivo di 141 miliardi.

Il panorama dei prestiti prevede l’approfondimento di diverse voci, in primo luogo dell’accesso al credito riguardante il settore privato, interessato da un aumento dello 0,7% per quanto concerne le nuove concessioni. Segno positivo anche per i prestiti alle famiglie che, secondo i dati del bollettino dell’Associazione, sono cresciuti dell’1,1%.

Tassi dei mutui: ecco cosa sta succedendo

Un altro dato che merita un cenno e che proviene sempre dal bollettino Abi è quello riguardante i tassi dei mutui che, nei mesi scorsi, hanno conquistato l’attenzione mediatica per via del raggiungimento di valori bassissimi. Questa tendenza, avviata dalle politiche di Quantitative Easing della BCE, sta vedendo un’inversione.

Il bollettino mensile parla infatti di un timido aumento. Un esempio? Il passaggio dal 2,03% del mese di ottobre al 2,06% di novembre. In entrambi i casi siamo davanti a valori superiori al minimo storico, toccato nel mese di settembre con un 2,02%.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti