Now reading
Bonus 2017: una breve guida per capirci di più

Bonus 2017: una breve guida per capirci di più

Nonostante il trambusto politico causato dalle dimissioni di Renzi dopo la vittoria del NO al referendum costituzionale la Legge Finanziaria è stata approvata e, ad oggi, è possibile parlare di bonus 2017.

Ecobonus: buone notizie per chi vuole migliorare l’efficienza energetica della casa

Per quanto riguarda i bonus 2017 è fondamentale ricordare prima di tutto la conferma dell’Ecobonus. Questa importante agevolazione permette a chi vuole migliorare l’efficienza energetica della propria abitazione o del condominio di detrarre il 65% delle spese sostenute allo scopo, dilazionando gli sgravi Irpef nell’arco di 10 anni.

Questa percentuale vale per le singole abitazioni. Come già detto, il bonus coinvolge anche i condomini e, in tali casi, si può inquadrare la possibilità di scaricare dall’Irpef il 70/75% della spesa complessiva.

Bonus casa: prorogate anche le agevolazioni per chi ristruttura

Il panorama dei bonus 2017 vede anche altre proroghe, tra le quali possiamo citare quella delle agevolazioni dedicate a chi ristruttura l’abitazione. In questo caso le detrazioni corrispondono al 50% della cifra spesa e possono essere scaglionate sempre su un intervallo di tempo di dieci anni. L’anno da poco iniziato vede anche la proroga del bonus dedicato a chi acquista mobili e grandi elettrodomestici ecocompatibili, con la possibilità di detrarre dall’Irpef il 50% di quanto speso fino a un tetto massimo di 10.000€.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Degno di nota è anche il bonus alberghi. In cosa consiste? Nella possibilità per chi deve adibire un immobile a struttura ricettiva di detrarre il 65% delle spese effettuate a questo scopo, sempre dilazionando le agevolazioni nell’arco di dieci anni.

Adeguamento antisismico: ecco i vantaggi per chi lo sceglie

Tra i bonus 2017 spicca senza dubbio quello dedicato all’adeguamento antisismico delle abitazioni situate in zone del Paese a rischio terremoto. A tal proposito si può parlare di detrazioni sulle spese di adeguamento che arrivano fino all’80% per le singole abitazioni e all’85% per i condomini.

Fondo di Garanzia per la Prima Casa: confermato anche per quest’anno

Il quadro dei bonus 2017 si contraddistingue anche per la conferma del Fondo di Garanzia per la Prima Casa. La misura in questione, operativa dal 2014, permette a categorie considerate particolarmente svantaggiate – per esempio le giovani coppie e i genitori single con figli piccoli – di accedere al credito immobiliare in maniera agevolata con una garanzia statale sul 50% della quota capitale del mutuo.

Per accedere al Fondo è necessario che il valore dell’immobile sia inferiore ai 250.000€ e che rappresenti per il beneficiario del mutuo la prima casa sul territorio italiano. Essenziale è anche che l’unità non sia annoverata nelle categorie catastali A1, A8 e A9. L’agevolazione in questione è dedicata a coppie sposate e conviventi more uxorio da non meno di due anni con almeno un membro under 35, a genitori single con figli minorenni a carico, a conduttori di alloggi popolari e a giovani fino ai 35 anni assunti con contratti di lavoro atipici.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti