Now reading
Borse in rialzo: i mercati scommettono che Londra rimarrà nell’Ue

Borse in rialzo: i mercati scommettono che Londra rimarrà nell’Ue

Nel giorno in cui il Regno Unito è chiamato alle urne per decidere sulla permanenza nell’UE, l’euro si stabilizza sopra i 1,13$ e la sterlina aggiorna i massimi per l’anno 2016, salvo poi ritracciare nelle ultime battute di seduta.

I mercati hanno quindi deciso di scommettere sul “Remain”, con le Borse che si muovono in rialzo. Milano accellera il passo con le altre Piazze Ue, sostenute anche da dati macroeconomici positivi: l’indice italiano chiude in maglia rosa con un +3,71% e le banche in grande spolvero. Parigi sale dell’1,96%, Francoforte dell’1,85% e Londra dell’1,23%.

Complessivamente, i listini del Vecchio continente aggiungono 192 miliardi di capitalizzazione (+2% sull’indice Stoxx 600). Tra i titoli in evidenza a Piazza Affari spicca il Banco Popolare all’indomani della chiusura con successo dell’aumento di capitale da un miliardo di euro, operazione propedeutica alla fusione con Bpm. Wall Street si muove in positivo: alla chiusura delle Borse europee, l’indice Dow Jones sale dell’1%, in linea con lo S&P500, e il Nasdaq aggiunge l’1,2%.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Nonostante le quote dei bookmakers abbiano segnato un netto calo della Brexit al 26% dal 43% dalla settimana passata, gli addetti ai lavori restano in ansia in attesa del voto: l’agenzia di rating S&P ha detto chiaramente che un’uscita dall’Unione comporterebbe un immediato taglio al giudizio Aaa del Regno Unito, il massimo previsto.

Le urne chiuderanno alle 22 britanniche, ma i primi risultati dovrebbero arrivare per mezzanotte con i voti in arrivo da Gibilterra. Gli investitori, in particolare a partire dall’omicidio della deputata laburista Jo Cox, sono tornati a credere che prevarrà lo status quo e la permanenza nell’Unione, premiando i titoli azionari e la sterlina che dopo il repentino crollo dello scorso mese ha registrato un’ottava all’insegna degli acquisti.

Tuttavia gli addetti ai lavori non hanno dubbi: “Se Londra resterà nella Ue, i mercati recupereranno rapidamente il terreno perduto, altrimenti si aprirà una lunga fase d’incertezza”. Lo scenario che più di ogni altra corsa le Borse temono.

Fonte: repubblica.it

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti