Now reading
Brexit, Renzi: “Garantiremo sicurezza risparmiatori. Ora si volta pagina”

Brexit, Renzi: “Garantiremo sicurezza risparmiatori. Ora si volta pagina”

“Governo e UE sono nella condizione di garantire, con qualsiasi mezzo, la stabilità del sistema finanziario e la sicurezza dei risparmiatori”. È quanto ha assicurato ai cittadini il premier Matteo Renzi commentando i risultati del referendum della Gran Bretagna che ha scatenato il panico sui mercati.

Questa mattina, a Palazzo Chigi, c’è stato un vertice per esaminare gli esiti del referendum inglese, convocata da Renzi. Alla riunione hanno partecipato il Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, il Ministro per lo Sviluppo Economico Carlo Calenda, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Marco Minniti e il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco.

«Il popolo britannico ha scelto, noi rispettiamo la decisione. Ora si volta pagina», ha continuato il primo ministro a Palazzo Chigi. «Sono qui per dirvi che l’Italia farà la sua parte nel percorso che si apre. L’Europa è la nostra casa, la casa nostra e dei nostri figli e nipoti. Lo diciamo oggi più che mai, convinti che la casa vada ristrutturata. Forse rinfrescata. Ma è la casa del nostro domani».

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

«Il mondo ha bisogno molto dell’Ue, di un’Europa del lavoro del coraggio, della libertà, della democrazia. In un parola, il mondo che verrà ha molto bisogno dell’umanesimo europeo», ha proseguito il premier aggiungendo che «a chi chiede più sicurezza e tranquillità ci sono 70 anni di storia a dimostrare che la pace è stata possibile grazie all’unione e non alla divisione».

«Il 25 marzo 2017 ricorderemo i 60 anni della firma dei primi trattati europei: vogliamo arrivare a questo compleanno coinvolgendo e facendoci coinvolgere da tutte le istituzioni europee e segnando un lavoro comune di unità e condivisione perché noi italiani sappiamo cosa significa avere la responsabilità verso la storia.

Essere responsabili verso la storia non vuol dire solo avere responsabilità verso il passato, ma soprattutto verso il futuro». «Arriveremo al 25/3 nella convinzione che nei momenti di difficoltà l’Europa tira fuori il meglio di se stessa», ha aggiunto.

Fonte: ilmessaggero.it

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti