Now reading
Come scegliere il conto corrente migliore: 5 consigli utili

Come scegliere il conto corrente migliore: 5 consigli utili

Il conto corrente bancario dà la possibilità di depositare in banca il denaro e di usufruire di una serie di servizi, quali farsi accreditare lo stipendio o la pensione, effettuare dei pagamenti, incassare, effettuare e ricevere bonifici, domiciliare le bollette, richiedere una carta di debito ecc.

Tuttavia per usufruire di tali servizi è necessario sostenere dei costi, alcuni fissi. Quindi, prima di aprire un conto, è bene informarsi e confrontare le proposte di più banche per individuare la più conveniente e scegliere il conto corrente migliore.

I 5 consigli per scegliere il conto corrente migliore

1-Confronta i conti con i comparatori online

Prima di aprire un conto corrente bancario è possibile valutarne i costi attraverso i siti internet che offrono il servizio di comparazione tra le proposte delle diverse banche.

Per ottenere queste informazioni, è sufficiente inserire nel form alcuni dati come l’ipotetico saldo medio del conto corrente, una stima delle operazioni annue da effettuare, il canale che si vuole utilizzare (filiale, conto online, entrambi i canali), il possibile accredito dello stipendio, e scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

2-Cerca i conti correnti a zero spese

Per individuare il conto corrente migliore bisogna cercare i prodotti che non presuppongono:

  • spese fisse e di canone;
  • operazioni tradizionali gratuite (prelievi, bonifici, canoni per carta di debito o di credito, ecc.).

Il conto corrente a zero spese è stato introdotto dalle banche online ma oggi è proposto anche dalle banche tradizionali che operano via web.

Le proposte delle varie finanziarie possono differire tra loro in termini di condizioni e servizi offerti.

3-Valuta i rendimenti associati al conto

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Poiché il conto corrente è un mezzo pensato per gestire il denaro e non uno strumento per aumentarne il valore, i rendimenti sono generalmente davvero bassi. Il rendimento si calcola sulla base degli interessi pagati dalla banca per il prestito personale ottenuto quando si deposita liquidità sul conto corrente.

Per valutare il rendimento è necessario conoscere il valore dell’interesse netto pagato dalla banca, ottenuto decurtando le tasse e le spese dall’interesse lordo. A questo punto si può calcolare il rendimento annuo.

 

4-Verifica i prodotti gratuiti abbinati al conto

Può accadere che al conto corrente vengano abbinati prodotti a costo zero e questa offerta può variare da banca a banca. Alcune possono rilasciare gratuitamente il bancomat, altre la carta di credito, altre ancora azzerare i costi di alcune operazioni.

Per verificare le proposte più convenienti è necessario confrontarle tra loro.

5-Analizza i servizi aggiuntivi inclusi

Infine quando si cerca il conto corrente migliore bisogna analizzare e valutare i servizi aggiuntivi offerti come accredito dello stipendio o della pensione, la domiciliazione delle bollette, gli addebiti di pagamenti periodici, l’incasso o il pagamento dell’affitto ecc.

Anche in questo caso per analizzare le diverse proposte bisogna confrontare le schede informative che riportano tutte caratteristiche del conto corrente bancario.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti