Now reading
Confermate le Agevolazioni Mutuo Prima Casa 2017, aggiornato al 17 febbraio 2017

Confermate le Agevolazioni Mutuo Prima Casa 2017, aggiornato al 17 febbraio 2017

Confermate le agevolazioni Mutuo Prima Casa 2017, aggiornato al 17 febbraio 2017

L’acquisto della prima casa può rivelarsi spesso un problema, soprattutto alla luce della precarietà in cui vivono ormai molti giovani (e non solo). E’ quindi necessario chiedere un Mutuo Prima Casa 2017, anche se la richiesta di un prestito si rivela spesso ancor più complessa. Sono state però confermate le agevolazioni proposte nel 2016 relative alla prima abitazione.

Il governo ha avvalorato le seguenti facilitazioni: gli Ecobonus del 65% per il risparmio energetico nelle case singole e del 70-75% nei condomini, il Bonus Ristrutturazioni al 50%. Ultimo, ma non meno importante, è il Bonus Mobili, che permette di detrarre le spese sostenute per l’ acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Mutuo Prima Casa 2017: quali sono i documenti principali necessari?

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Ogni banca e istituto di credito si regola in modo diverso. In ogni caso, bisogna presentare una dichiarazione del datore di lavoro che certifichi l’anzianità di servizio del dipendente, l’originale dell’ultimo cedolino dello stipendio e copia del modello cud.

I lavoratori autonomi o i liberi professionisti devono procurarsi copia del modello unico (ex. modello 740), estratto dalla C.C.I.A, la camera di commercio industria e artigianato. Se professionista, invece, l’attestato di iscrizione all’albo cui appartiene.

Per decidere se concedere o meno un mutuo prima casa 2017, banche e istituti di credito fanno riferimento soprattutto all’affidabilità nei pagamenti e al controllo protesti. Viene infatti condotta un’analisi sullo storico prestiti.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti