Now reading
Conto corrente per condominio: quali sono i costi e gli interessi?

Conto corrente per condominio: quali sono i costi e gli interessi?

In base all’art. 1129 del Codice Civile, l’amministratore del condominio ha l’obbligo di movimentare le somme che riguardano la gestione dello stesso, su un conto corrente condominiale.

Come si ripartiscono le spese riguardanti il conto corrente condominiale?

I condòmini possono monitorare i flussi riguardanti tale strumento finanziario e partecipano anche nella ripartizione dei costi previsti. La norma che riguarda il conto corrente condominiale è inderogabile. Pertanto l’amministratore non può gestire l’aspetto finanziario del condominio mediante altro strumento.

Per l’accredito e l’addebito di interessi attivi e passivi del conto ai condòmini, si fa riferimento alla tabella millesimale di proprietà. Tale criterio di attribuzione può essere anche diverso, in base ad una delibera unanime dei proprietari del condominio.

Costi e interessi applicati al conto corrente per condominio

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Attualmente i tassi che le banche applicano sulle somme presenti sui conti correnti condominiali non sono significativi, anzi talvolta la banca non richiede alcun interesse attivo.

Un costo certo è l’imposta di bollo annuale e fissa: il suo ammontare è pari a 100 euro, poiché l’entità del condominio viene considerata come persona giuridica.

 

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti