Now reading
Costo Conto Corrente in Italia: conviene il tradizionale o quello online?

Costo Conto Corrente in Italia: conviene il tradizionale o quello online?

Il costo conto corrente è stato indagato dalla Banca d’Italia, ed emerge che la spesa di gestione dal 2010, è diminuita da 85  a 77 euro. Vediamo come si calcola il costo e se in base a questo, convengono di più i conti online.

Le componenti di costo: conto corrente tradizionale

Per l’indagine sono stati presi in considerazione circa 180 Istituti di credito, tra cui anche le Poste. In pratica l’indagine ha considerato la gestione di 13.000 conti appartenenti agli italiani.

Spesa media per la gestione di un conto corrente (somma tra):

  • Componente fissa: spese per canone annuo, imposta di bollo.
  • Componente variabile: spese in base alle operazioni effettuate.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

In base all’indagine quindi, dal 2010 ad oggi entrambe queste voci hanno subito una variazione complessiva del 3,5% in meno ogni anno.

Il conto corrente online

Per chi vuole risparmiare, la soluzione dei conti online è quella più gettonata.  Ad aprire un conto online, sono stati oltre 16 milioni di italiani (57% sul totale dei conti corrente).

Le offerte di conti online sono molte sul web e la scelta è soggettiva: il vantaggio principale è il costo di gestione molto inferiore rispetto a quello dei conti corrente tradizionali.

La sicurezza informatica per il conto corrente online è valida? Ad oggi si, poiché i standard di sicurezza per le piattaforme di Home Banking sono molto elevati: esse infatti, sono legate ad istituti bancari ben consolidati. Infatti, oltre al codice PIN di sicurezza, per l’accesso è richiesto anche il codice univoco generato dalla chiavetta che la banca fornisce.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti