Now reading
Costo conto corrente: rincari nel 2017 per salvare le Banche

Costo conto corrente: rincari nel 2017 per salvare le Banche

Codacons denuncia l’aumento dei costi per i conti correnti: questi sarebbero funzionali a scaricare parte del peso della crisi degli istituti di credito. Vediamo i rincari.

Aumenti del costo conto corrente: +16% in soli 4 anni

La denuncia di Codacons è basata su uno studio del Correre del Sera, che ha preso in considerazione un panel formato da:

  • Mps
  • Intesa Sanpaolo
  • Bnl
  • Banco Bpm
  • UniCredit
  • Ubi

I conti correnti che subiranno rincari

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Da questa analisi emerge che l’Indicatore sintetico, che misura il costo annuo dei conti correnti, è incrementato del 16% in 4 anni. Prendendo in considerazione i conti correnti di famiglie con operatività media, il costo è aumentato arrivando a 134 euro nel 2017, a partire da gennaio 2013 in cui si era registrato un costo di 115 euro.

I rincari per i conti correnti sono stati già annunciati sia da Intesa Sanpaolo che da Deutsche Bank. Questi aumenti comunque, interesseranno solo alcune tipologie di conto. Quelli che più probabilmente saranno interessati dai rincari, sono i conti correnti con giacenza media elevata e quelli aperti anni fa, a condizioni economiche non più attuali.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti