Now reading
Detrazioni Fiscali per la casa: novità marzo 2017

Detrazioni Fiscali per la casa: novità marzo 2017

Detrazioni Fiscali per la casa: cosa ci aspetta nel 2017

Per il 2017 sono poche le novità e molte invece le riconferme nell’ambito delle agevolazioni fiscali sulla casa. Intanto, il bonus mobili. Esteso anche al 2017 ma con qualche specifica.

Come per gli anni precedenti, questo incentivo è strettamente connesso alla realizzazione di lavori di ristrutturazione. Non potrà cioè essere concesso se il richiedente – o i richiedenti – non abbiano avviato dei lavori nelle abitazioni in cui verranno collocati i mobili acquistati e oggetto del bonus fiscale. Per il 2017, però, la specifica è ulteriore. Potranno infatti accedervi solo coloro che abbiano avviato lavori già iniziati a partire dal primo gennaio 2016.

I metodi di pagamento possibile sono sempre gli stessi ovvero strumenti e forme che consentano una tracciabilità: bancomat, bonifici, assegni. Ricordatevi però, che il negoziante presso cui avrete acquistato dovrà inserire nella fattura di acquisto il riferimento normativo al bonus mobili. Senza questa dicitura infatti, non potrete utilizzate l’acquisto per ottenere le detrazioni fiscali.

Detrazioni Fiscali per la casa: lavori di ristrutturazione.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Altra riconferma le detrazioni previste in caso di lavori di ristrutturazione. In questo caso la realizzazione di lavori consentirà di recuperare il 50% delle spese sostenute con l’esecuzione di lavori affidate a delle ditte. Il rimborso non riguarderà solo le spese strettamente connesse alla fase esecutiva ma ricomprenderanno anche gli eventuali materiali acquistati.

I pagamenti relativi alle spese dei lavori, dovranno avvenire a mezzo bonifico o assegno. Metodi tracciabili insomma. Mentre le fatture relative dovranno riportare nella causale una dicitura che specifichi la natura dei lavori eseguiti. Il rimborso è spalmato su dieci anni che riconoscerà una detrazione massima di 200 mila euro di spese.

Detrazioni Fiscali anche con il bonus energia.

Anche per il cosiddetto bonus energia infine, un’estensione all’anno in corso. Nella fattispecie rientrano, come noto, lavori di ristrutturazione e acquisti di beni finalizzati al miglioramento del coefficiente energetico della vostra abitazione o, nel caso eventuale, dal condominio in cui si trova l’immobile del richiedente. In questo caso l’importo delle detrazioni sale al 60% e sarà sempre suddiviso sui successivi dieci anni.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti