Now reading
Finanziamenti 2017: le soluzioni per le imprese in difficoltà per i mancati pagamenti

Finanziamenti 2017: le soluzioni per le imprese in difficoltà per i mancati pagamenti

La crisi di questi anni ha portato numerose realtà imprenditoriali, soprattutto piccole, a trovarsi in difficoltà per via dei mancati pagamenti. Purtroppo quando si parla d’insolvenze per le PMI si innesca un circolo vizioso, che porta molte realtà a chiudere i battenti. Chi sta affrontando un problema di questo genere può tirare un sospiro di sollievo grazie a dei finanziamenti ad hoc messi a disposizione dal MISE.

Imprese con mancati pagamenti: ecco quali realtà possono accedere ai contributi del MISE

Quali sono le realtà che possono accedere ai finanziamenti del MISE destinati alle imprese che si trovano in difficoltà per via di mancati pagamenti? Sulla base dei contenuti dei commi 199 e 200 dell’articolo 1 della Legge di Stabilità 2016, i principali beneficiari di questi contributi sono i titolari di PMI. Le realtà in questione si trovano in un momento critico per via di mancati pagamenti da parte di altre imprese che possono essere imputate di alcuni gravi delitti.

Finanziamento agevolato MISE: ecco cosa sapere

Continuiamo a dettagliare la questione dei finanziamenti agevolati MISE dedicati alle imprese vittime di mancati pagamenti ricordando che, nel novero dei beneficiari, è possibile includere realtà imprenditoriali che possono vantare crediti nei confronti di aziende imputate di estorsione, truffa, insolvenza fraudolenta e false comunicazioni sociali.

Come presentare la domanda per accedere al finanziamento agevolato MISE: l’iter da seguire

Cosa devono fare le PMI vittime di mancati pagamenti che vogliono accedere ai finanziamenti agevolati messi a disposizione dal MISE? Il primo passo da seguire in questo caso è la registrazione sul portale mise.gov.it. Lo step successivo prevede la selezione dell’opzione “Finanziamenti agevolati a PMI vittime di mancati pagamenti”.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Una volta conclusa questa fase bisogna tenere conto di alcune scadenze specifiche. La prima è il 3 marzo 2017, giorno in cui, a partire dalle ore 10, gli imprenditori possono compilare la domanda preliminare per l’accesso al finanziamento. La domanda effettiva può essere inoltrata dal 3 aprile 2017, sempre a partire dalle ore 10.

Finanziamenti MISE: ecco come viene valutata la domanda

Le domande di accesso ai finanziamenti agevolati messi a disposizione dal MISE e destinati alle imprese vittime di mancati pagamenti vengono prese in esame dal Ministero stesso dopo il loro invio attraverso il portale ufficiale del dicastero.

Nella fase di monitoraggio delle istanze in questione si tengono in conto diversi aspetti, che comprendono per esempio la verifica della completezza della documentazione caricata dalla PMI. Essenziale è anche il controllo dei requisiti di ammissibilità esplicitati nell’articolo 3 del decreto.

La valutazione del MISE prende in considerazione anche la capacità dell’impresa di rimborsare le somme ricevute. A tal proposito ci si basa sui dati storici legati ai bilanci. Da ricordare, infine, è che le imprese che vogliono accedere a questi contributi devono presentare le ultime due dichiarazioni dei redditi se non sono obbligate a rilasciare un bilancio.

Negli altri casi vanno presentati anche lo stato patrimoniale, il conto economico e una dichiarazione sostitutiva di atto notorio in caso di richiesta di accesso a un finanziamento superiore a 150€.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti