Now reading
Finanziamenti 2017: vantaggi in Piemonte per le imprese e i liberi professionisti

Finanziamenti 2017: vantaggi in Piemonte per le imprese e i liberi professionisti

I finanziamenti, soprattutto se a tasso agevolato, sono linfa vitale per le realtà imprenditoriali appena costituite e per i liberi professionisti, che fanno più fatica dei dipendenti ad accedere al credito. Per chi si trova in queste situazioni e ha un’attività in Piemonte sono in arrivo delle notizie positive.

Credito agevolato: ecco cosa succederà nelle prossime settimane in Piemonte

Dalle prossime settimane, per le imprese appena costituite e per i liberi professionisti piemontesi, sarà possibile presentare la richiesta di accesso a finanziamenti a tasso agevolato finalizzati all’adeguamento di locali e impianti. Il credito in questione è regolamentato dalla legge regionale 34/2008 dedicata alle misure a favore dell’auto impiego e della creazione d’imprese.

Finanziamento a tasso agevolato per liberi professionisti e imprese: le ultime novità normative in Piemonte

La gestione dei finanziamenti agevolati appena descritti, secondo quanto stabilito dalla Legge 23/2015 dedicata al riordino delle funzioni amministrative degli enti provinciali, spetta alla Regione Piemonte, che può anche pronunciarsi su un’eventuale revoca.

Per i tempi e le modalità di richiesta è necessario per ora attendere un atto ufficiale dell’ente regionale. In linea di massima si sta parlando della possibilità d’iniziare a inviare le richieste già dai primi giorni del mese di aprile.

Finanziamento per l’adeguamento di locali e impianti: ecco i beneficiari

Per quanto riguarda i beneficiari di questi finanziamenti agevolati in Piemonte, nell’elenco si possono includere le ditte individuali, le società di persone, le società a responsabilità limitata semplificata e le società di capitali.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Fondamentali è che le richieste arrivino da soggetti disoccupati, inoccupati od occupati con contratti che prevedono prestazioni lavorative discontinue. Rientrano tra i beneficiari degli incentivi in questione anche i soggetti che vogliono intraprendere la strada dell’auto impiego.

Le domande devono essere inviate entro 24 mesi dalla data di costituzione della società. Per quanto riguarda il caso dei liberi professionisti, invece, vale il limite dei 24 mesi dall’apertura della Partita Iva.

Finanziamenti agevolati per imprenditori e liberi professionisti in Piemonte: ecco a quanto ammontano

A quanto ammontano di preciso i suddetti finanziamenti agevolati? Nel caso delle imprese si parla di un range compreso tra i 10.000 e i 120.000€. Per quanto riguarda i liberi professionisti, invece, si parla della possibilità di richiedere una cifra compresa tra i 5.000 e i 60.000€.

Il finanziamento in questione permette di coprire fino al 100% delle spese ammissibili sulla base della legge dedicata all’auto impiego. Nel caso di richieste che arrivano da libere professioniste o imprese a conduzione familiare, per il 60% si parla di fondi regionali a tasso zero e per il 40 di somme messe a disposizione da banche che applicano un tasso d’interesse agevolato.

In tutte le altre situazioni la cifra fornita è composta per il 50% da fondi regionali, e per la restante metà da fondi bancari rimborsabili con un interesse convenzionato.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti