Now reading
Fisco: ecco cosa succederà nel 2017

Fisco: ecco cosa succederà nel 2017

Il 2016 è ormai agli sgoccioli e si pensa già all’anno a venire per quel che riguarda diversi ambiti, compreso il fisco. Per capire meglio cosa succederà nei prossimi 12 mesi è fondamentale affidarsi all’opinione di esperti e, per esempio, ricordare che Il Sole 24 Ore, fino al 6 gennaio 2017, pubblicherà delle guide che potranno essere acquistate in edicola e che consentiranno di farsi un’idea in merito alle principali novità legate al mondo delle tasse per persone fisiche, imprese e liberi professionisti.

Decreto milleproroghe: il Governo potrebbe ufficializzarlo già prima di San Silvestro

Le guide de Il Sole 24 Ore rappresentano una fonte validissima per chi vuole informarsi sulle novità inerenti il fisco, che potrebbero già vedersi in tempi molto stretti. Il Governo, infatti, potrebbe ufficializzare prima di San Silvestro il decreto milleproroghe al quale si sa lavorando da tempo e che, ormai, ha preso una sua forma.

Questo testo non risolve però un problema in primo piano da tempo, ossia il nodo delle comunicazioni Iva da parte dei professionisti, che ha suscitato molte polemiche e che prevedrà come reazione uno sciopero dei commercialisti, il primo in assoluto, calendarizzato per fine febbraio.

Banche: ecco cosa succederà alle popolari

Da tenere d’occhio non sono solo le novità inerenti il fisco ma anche la situazione delle banche. Per ora si sa poco in merito al rinvio del termine, inizialmente stabilito per il 27 dicembre, entro il quale le popolari devono essere convertite in spa.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Da non trascurare sono anche gli aspetti riguardanti la gestione della casa, in primo luogo la questione dell’installazione delle valvole di termoregolazione sui termosifoni degli appartamenti nei condomini con il riscaldamento centralizzato. A tal proposito è doveroso sottolineare che, da parte di Confedilizia, è arrivata una richiesta di proroga per il termine ultimo d’installazione, previsto per il 31 dicembre.

Pensioni: lo scenario per il 2017

Nelle guide de Il Sole 24 Ore vengono affrontati anche altri aspetti molto importanti per capire come andranno le cose il prossimo anno. Non si parla solo di fisco ma anche di pensioni, che nel 2017 cambieranno notevolmente in seguito all’introduzione dell’APE, ossia l’anticipo pensionistico che concretizza la flessibilità in uscita.

Pensione 2017: ecco chi potrà andarci

Per entrare nel dettaglio del tema pensioni, importante esattamente come l’ambito del fisco, ricordiamo che l’anno prossimo il requisito anagrafico per la pensione di vecchiaia è sempre pari a 66 anni e 7 mesi, fatta eccezione per il caso delle lavoratrici autonome, che possono andare in pensione a 66 anni e 1 mese. Fondamentale è ricordare anche l’introduzione dell’APE, che prevede come requisiti base la maturazione di almeno 20 anni di contributi e un’età non inferiore ai 63 anni.

Si potrà parlare di preciso di APE volontario, APE aziendale dedicato ai lavoratori in esubero dipendenti di aziende in fase di ristrutturazione, e APE sociale, un reddito ponte riservato a categorie particolarmente svantaggiate, per esempio i care givers e i disoccupati con almeno 30 anni di contributi e privi di ammortizzatori sociali da almeno 3 mesi.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti