Now reading
Mutui Inps per pensionati e dipendenti pubblici: Guida sui requisiti

Mutui Inps per pensionati e dipendenti pubblici: Guida sui requisiti

I pensionati e dipendenti pubblici che voglio ristrutturare o acquistare la prima casa, possono richiedere un mutuo Inps. Ecco quali sono i requisiti e le finalità ammesse perché vengano erogati.

I pensionati e i dipendenti interessati a ai mutui Inps, devono risultare iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Per poterlo richiedere bisogna essere pensionati o dipendenti con contratto a tempo indeterminato, non proprietari di altri immobili. Inoltre per poter ottenere il mutuo Inpdap,  l’immobile in questione non deve rientrare nella classificazione delle abitazioni di lusso.

Caratteristiche e finalità del mutuo Inps

Questo tipo di finanziamento viene concesso dall’ente previdenziale solo per le seguenti finalità con i rispettivi importi massimi:

  • Costruzione o acquisto prima casa: 300.000 euro
  • Manutenzione straordinaria e ordinaria della prima casa (ristrutturazione, ecc.): 40% del valore dell’immobile, fino ad un massimo di 150.000 euro
  • Costruzione o acquisto box/posto auto: 75.000 euro

Come funziona?

  • Rimborsi delle somme in: 10,15,20,25, 30 anni
  • Durata massima di 30 anni
  • Durata massima di 15 anni per i richiedenti che hanno dai 65 anni in su
  • Spese amministrative dello 0,5% sull’importo finanziato
  • Sono previste spese per imposte, iscrizione dell’ipoteca, per il notaio, ecc.

Infine va detto che si può aggiungere una somma di 6.000 euro all’importo massimo richiedibile, ovvero quello relativo alla stima del perito. Questa somma supplementare è destinata al sostegno delle spese connesse alla sottoscrizione del mutuo Inps.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti