ONU: in Iraq è genocidio

Le Nazioni Unite hanno redatto un rapporto riguardante le vittime iraqene degli ultimi due anni. Il periodo di interesse è quello che va precisamente da gennaio 2014 e fino al 31 ottobre 2015. I dati si riferiscono unicamente alle perdite civili che, nell’arco di tempo suddetto, sarebbero state circa 19.000.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Sempre nello stesso periodo  invece, sono 3,2 milioni le persone sfollate. Drammatico anche il conteggio dei feriti che raggiune quota 36.245. Secondo le Nazioni Unite si può parlare tranquillamente di genocidio. Il responsabile dell’organizzazione, Al Hussein, specifica poi che si tratta in realtà di cifre sottostimate, in quanto sarebbero state valutate solo le morti dirette causate dai jihadisti.

Quelle che invece non rientrano tra i dati di cui sopra, sono le migliaia di vittime che in questi due anni si sono susseguite a causa di malattie e mancanza di cibo e acqua.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti