Now reading
Pensioni: cosa fare se i contributi sono stati versati a più enti?

Pensioni: cosa fare se i contributi sono stati versati a più enti?

Cosa capita alla pensione se il lavoratore è stato iscritto ad enti differenti? Ecco le due soluzioni che i futuri pensionati hanno a disposizione.

Pensioni e ricongiunzione

In Italia l’apparato di previdenza, è basato su prestazioni molto differenti tra loro e gestiti da un numero elevato di enti. All’origine i fondi pensione non erano comunicanti, poiché tra le categorie professionali vigeva una specie di impermeabilità. Quindi ne risultavano pensioni modeste, a meno che non si perdessero proprio.

Una volta che la mobilità del lavoro ha preso piede, è emersa la soluzione di ricongiunzione.

Ricongiunzione onerosa

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Se ci si ricongiunge in un ente che prevede una contribuzione del 33% del reddito e durante a vita lavorativa e si sono versati solo il 20% presso lo stesso, va versata la differenza.

Ricongiunzione gratuita

  • Per la ricongiunzione di periodi con le stesse percentuali contributive;
  • per tutti i dipendenti pubblici e gli iscritti ai fondi speciali Inps che cessano dal servizio (senza aver diritto alla pensione del fondo di provenienza).

Totalizzazione

Questo tipo di soluzione, consiste nella sommatoria dei periodi di contribuzione fino al raggiungimento dei 40 anni di contributi, o almeno 20 anni per le pensioni che maturano dopo i 65 anni.

La totalizzazione è sempre gratuita e per ottenerla è sufficiente presentare apposita richiesta presso l’ultimo ente a cui si è iscritti. A questo ente spetta il versamento della pensione totalizzata: questa si ottiene dal versamento delle contribuzioni da parte degli enti vecchi.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti