Now reading
Piccolo Prestito Inps ex Inpdap: Cosa Sono e Come si Ottengono

Piccolo Prestito Inps ex Inpdap: Cosa Sono e Come si Ottengono

In questa convulsa fase economico-sociale, i prestiti stanno sempre di più conquistando le esigenze dei cittadini, necessari per spese indispensabili, come ristrutturare casa, e talvolta anche per acquisti un po’ più frivoli, per esempio prendere lo smartphone ultimo modello. Qualunque sia l’uso, istituti di credito privati ed enti pubblici mettono a disposizione una vasta offerta di prestiti. In questo articolo vogliamo parlarvi brevemente di un particolare tipo che rientra nei prestiti Inpdap: cioè il piccolo prestito.

Tasso Piccolo Prestito Inps ex Inpdap: cosa sapere

Formalmente l’Inpdap è un ente soppresso nel 2012, dove però le sue funzioni sono state assorbite dall’Inps, e tratta i prestiti ai dipendenti statali che, molto brevemente, possono usufruire di agevolazioni nella richiesta del credito. Ma bando alle ciance, e vediamo di cosa si tratta nello specifico.

Il piccolo prestito Inps (ex gestione Inpdap) che permette di beneficiare di un tasso d’interesse privilegiato rispetto a tipi analoghi altrimenti disponibili sul mercato (TAEG 5%).

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Accedere a questi piccoli prestiti non è molto complicato: occorre aver maturato 2 anni di anzianità di servizio di ruolo e presentare domanda compilando correttamente il modello disponibile nell’apposita sezione del sito Inps.

Oltretutto non occorre motivazione e questo consente che il prestito venga concesso anche ai dipendenti che risultano essere cattivi pagatori o protestati nella banche dati oppure ai dipendenti pubblici già impegnati in altri prestiti.

Come nella cessione del quinto le rate mensili verranno addebitati direttamente in busta paga, senza ulteriori costi aggiuntivi, e il finanziamento è rimborsabile in 12, 24, 36 o 48 rate secondo il seguente schema:

  • Prestiti annuali, si può chiedere un importo pari a una mensilità media netta di stipendio o pensione da restituire in 12 mesi , nel caso in cui non ci siano altre trattenute in corso, la somme potrà essere innalzata a due mensilità;
  • Prestiti biennali, si può chiedere un importo pari a due mesi di stipendio netto da restituire in 24 rate cadenza mensile, la somma potrà essere estesa a quattro mensilità nel caso non ci siano altre trattenute in corso;
  • Prestiti triennali, si può domandare un importo pari a tre mensilità medie nette di stipendio o di pensione da restituire in 36 rate mensili. Nel caso in cui il richiedente non abbia altre trattenute in corso è possibile chiedere una somma fino a sei mensilità,
  • Prestiti quadriennali anni, si può avere un importo pari a quattro mensilità medie nette di stipendio o di pensione, estendibile a otto, nel caso non ci siano ulteriori trattenute in corso.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti