Now reading
Prestiti per disoccupati senza garanzie 2016: come ottenere credito

Prestiti per disoccupati senza garanzie 2016: come ottenere credito

Sono tanti i fattori che hanno contribuito a riscrivere il mercato prestiti. Negli ultimi anni è stato determinato il cambiamento di profilo fatto registrate dai richiedenti. I contratti di lavoro a tempo indeterminato sono sempre più rari e le banche hanno aggiornato la propria offerta introducendo prestiti per disoccupati. Vediamo quali sono le alternative e come riceverli.

Prestiti senza garanzie: tutte le alternative

Nell’ambito dei prestiti per disoccupati senza garanzie troviamo i finanziamenti cambializzati. Come funzionano? Il nome in questo caso parla in maniera chiara: questi prodotti si basano sul versamento di cambiali, che devono essere pagate dal titolare del contratto di prestito entro una data stabilita in sede di sottoscrizione del contratto.

Nell’eventualità di problemi di solvibilità la realtà creditizia ha la facoltà di rivalersi sui suoi beni, siano essi mobili o immobili. I prestiti cambializzati sono finanziamenti non finalizzati caratterizzati da un tasso fisso. Il tasso di interesse, proprio per via del maggior rischio, è più alto rispetto a quello applicato ai prestiti tradizionali.

Prestiti senza busta paga: Agos Ducato e Findomestic

I prestiti per disoccupati senza garanzie vengono sono presentati anche da diverse società finanziarie, tra le quali è possibile ricordare Agos Ducato e Findomestic. Queste realtà creditizie consentono di accedere al credito anche se non si ha a disposizione una busta paga.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

In questi casi è possibile caricare online un vecchio CUD. A seconda delle caratteristiche del profilo creditizio del richiedente, la società finanziaria può pretendere ulteriori garanzie.

Prestiti per disoccupati con garante: come funzionano

Un’altra alternativa? La presentazione del garante, una terza figura che deve essere finanziariamente affidabile (meglio se titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato).

Quando si presenta un garante è bene ricordare che in queste situazioni vanno seguite alcune regole. Quali di preciso? In primo luogo è da non dimenticare che il garante non può sostituirsi in maniera permanente al beneficiario nel pagamento delle rate (può intervenire solo in caso di difficoltà economiche e della conseguente impossibilità di pagare).

Infine è utile sottolineare che, anche a fronte della presentazione di un garante, nessuna realtà creditizia è obbligata a concedere prestiti a soggetti disoccupati.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti