Now reading
Prestiti personali diversamente abili: proposte e agevolazioni.

Prestiti personali diversamente abili: proposte e agevolazioni.

Prestiti personali diversamente abili: proposte e agevolazioni.

E’ grazie all’Associazione Nazionale Disabili Italiani (ANDI), che vengono concessi prestiti personali ai diversamente abili, categoria spesso a rischio e poco tutelata.

L’obiettivo dell’ ANDI è favorire un processo di inclusione sociale, che permetta anche alle persone con disabilità di ottenere finanziamenti per spese personali e familiari.

Cosa si intende per diversamente abile.

La persona diversamente abile è chi, in seguito a una o più menomazioni, ha una ridotta capacità di interagire con l’ambiente sociale rispetto alla norma. Di conseguenza risulta meno autonomo nello svolgere le attività quotidiane.

 

Come funzionano i Prestiti Personali Diversamente Abili e a chi spettano.

Dopo aver aderito all’Associazione, versando una quota associativa annuale di € 25, i diversamente abili possono beneficiare dei prestiti personali per diversamente abili.

I destinatari dei finanziamenti sono le persone con disabilità che, previo certificato medico, possano dimostrare la percentuale della propria invalidità.

I prestiti verranno erogati per permettere loro di acquistare attrezzature medico-sanitarie e altri mezzi utili per aiutare il richiedente e i suoi familiari.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

I Prestiti Personali per Diversamente Abili possono arrivare alla cifra di € 3.000 da restituire nell’arco di 5 anni.

 

Prestiti Personali Diversamente Abili: le proposte di Intesa Sanpaolo, Banca delle Marche, Veneto Banca e Banca Popolare di Milano.

Intesa Sanpaolo promuove il Prestito della Speranza. I destinatari sono famiglie numerose o con soggetti diversamente abili in difficoltà economica. Il finanziamento può arrivare a un massimo di € 6.000, con un TAEG del 4%, una rata mensile di € 500 da restituire in un anno.

Banca delle Marche eroga un capitale a tasso di interesse agevolato per l’acquisto di beni e servizi fino a € 30.000, da rimborsare entro 5 anni.

Veneto Banca propone il Prestito Aurora, che permette di finanziare spese personali e familiari, di accedere al mutuo per l’acquisto della prima casa. C’è la possibilità di variare il capitale in base alle diverse esigenze, con un tasso di interesse agevolato con due diversi TAEG. Uno al 2,98%, da restituire entro un anno. Oppure al 3,07% da rimborsare entro 5 anni.

Il finanziamento può andare da un minimo di € 2.000 a un massimo di € 15.000.

Banca Popolare di Milano offre la linea Freely, che permette di finanziare l’acquisto di beni e servizi di consumo, come auto, moto, soggiorni presso strutture specializzate.

L’importo massimo erogaibile è d’ € 25.000 da restituire entro 5 anni, con un tasso Euribor dell’1,25% e il ricevimento del prestito con assegno inviato al domicilio del richiedente.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti