Now reading
Racket e minacce: 20 arresti tra Torino e Reggio

Racket e minacce: 20 arresti tra Torino e Reggio

Un’inchiesta, guidata dalla Procura Generale di Torino, ha portato oggi all’arresto di venti persone collegate alla ‘ndrangheta, per un’operazione di tipo interregionale che ha colpito da Torino e fino a Reggio Calabria. Sono state eseguite ben 41 perquisizioni di tipo domiciliare e sequestrati i beni. L’accusa è quella di estorsioni e minacce, soprattutto con modi mafiosi.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Chi non pagava, veniva pesantemente minacciato e intimidito anche con teste di maiale mozzate. Tra i reati contestati, anche quello di usura. Secondo quanto trapelato dalle prime informazioni dell’operazione Big Bang, a capo dell’organizzazione ci sarebbero due fratelli reggini che avrebbero il grado di padrino all’interno della criminalità organizzata del capoluogo del Piemonte.

L’indagine ha messo in rislato una ventina di vittime della violenta cosca mafiosa. Nessuna delle vittime però ha voluto denunciare di propria volontà le violenze subite.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti