Scontro Mancini-Sarri

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

Dopo la partita di ieri sera, valevole per l’accesso alla semifinale di Coppa Italia, vinta tra le altre cose dall’Inter, è scoppiato un parapiglia tra i due tecnici Roberto Mancini e Maurizio Sarri. Il tutto è nato quando il tecnico dai nerazzurri, chiede spiegazioni al quarto uomo sul lungo recupero. A quel punto mister Sarri, ha iniziato a inveire utilizzando termini forti. I due tecnici sono stati immediatamente espulsi dall’arbitro. Intervistati dalle varie emittenti televisive i due hanno dato la loro versione dei fatti. Secondo Mancini : ” Sarri è un razzista, uomini come lui non possono stare nel calcio se no non migliorerà mai. Avevo chiesto solo al quarto uomo il perché dei cinque minuti di recupero e lui ha iniziato a inveire contro di me. Mi ha dato del “frocio”, del “finocchio”. Sono orgoglioso di esserlo se lui è un uomo. Ha 60 anni, si deve vergognare. Mentre la versione di Sarri è stata ” Mi ero innervosito per la decisione su Mertens, non ce l’avevo con lui, ho visto che si lamentava per l’entità del recupero. Sono cose da campo che dovrebbero finire lì, mi hanno insegnato così. Era meglio se non succedeva, ma sono le classiche litigate da campo. Negli spogliatoi gli ho chiesto subito scusa, credo che domani accetterà le scuse e mi aspetto anche da lui le scuse, perché da uomini di sport si accettano le scuse e dovrebbe finire tutto. Omofobo mi sembra un’esagerazione, era solo rabbia, non ce l’ho con Mancini, mi è scappata una parola, dall’espulsione di Mertens ho perso lucidità, mi è sembrata un’ingiustizia forte, la simulazione mi è sembrata un po’ troppo”.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti