B4i – Bocconi For Innovation annuncia le 19 startup che entrano a far parte del terzo programma di accelerazione e pre-accelerazione dell’Università Bocconi di Milano

 B4i – Bocconi For Innovation annuncia le 19 startup che entrano a far parte del terzo programma di accelerazione e pre-accelerazione dell’Università Bocconi di Milano

Complessivamente sono state 280 le candidature pervenute, il 20% in più della precedente ‘Bocconi for Innovation Startup Call’. Coinvolti oltre 560 fondatori di startup, di cui il 13% internazionali.

In particolare: Komete, movido, Nutriti e Qodeup sono le quattro startup che entrano nel programma di accelerazione di quattro mesi e ricevono un supporto economico di 30mila euro.

Mentre sono 15 le startup pre-accelerate nel programma di 3 mesi rivolto ad aspiranti imprenditori che stanno lavorando alle fasi iniziali del loro progetto di business.

B4i – Bocconi for innovation, la piattaforma di pre-accelerazione, accelerazione e sviluppo interno alle aziende dell’Università Bocconi di Milano annuncia oggi l’avvio del terzo batch con i percorsi di accelerazione e pre-accelerazione di 19 nuove startup selezionate tra oltre 280 candidati. Per Komete, movido, Nutriti e Qodeup al via il programma di accelerazione di quattro mesi e un finanziamento di 30mila euro. aMuse, BugsLife, Campo Digitale, CIBI Spray, DEMETRA, EasyLab, GALLERINSTA, Ittinsect, KHOON, Kidaria Bioscience, NextGenGuard, Readders, SVEI, The Hijabis eUrbana (Eat’s Green) sono invece le 15 startup che prenderanno parte al programma di pre-accelerazione della durata di 3 mesi, rivolta ad aspiranti imprenditori che stanno lavorando alle fasi iniziali del loro progetto di business.

Dall’inaugurazione, avvenuta a novembre 2019, ad oggi, B4i – Bocconi for innovation ha accolto complessivamente 66 startup, attraverso tre programmi di accelerazione e pre-accelerazione. Inoltre, lo scorso novembre è stata lanciata la terza ‘Bocconi for Innovation Startup Call’, che ha raccolto il 20% di candidature in più rispetto alla precedente, con oltre 560 fondatori coinvolti, di cui il 13% internazionali. A conclusione di una rigorosa selezione, il team B4i ha scelto le startup che parteciperanno a un percorso di accelerazione della durata di quattro mesi, oltre a ricevere un investimento di 30 mila euro ciascuna.

Ancora una volta, i criteri di selezione delle startup sono stati: innovatività dell’idea imprenditoriale, qualità del team di fondatori, capacità di soddisfare il mercato e attinenza con le tre aree di specializzazione nelle quali ha deciso di strutturarsi B4i – Bocconi for innovation. Sono: Digital Tech, dedicata alle startup con un focus sulle tecnologie digitali e alle loro applicazioni in settori professionali e commerciali diversi, che è coordinata da Massimo Della Ragione; Sostenibilità, coordinata da Stefano Pogutz, dedicata ai progetti volti a rispondere alla sfida dell’emergenza climatica e a sostenere l’imprenditorialità sociale; e Made in Italy, coordinata da Gabriella Lojacono, con focus su manifatturiero, fashion, food e  gli altri settori cardine nella tradizione culturale ed economica italiana.

Per partecipare alle periodiche Bocconi for Innovation Startup Call, le startup devono essere caratterizzate da team (di almeno due persone) nei quali sia presente almeno un membro della comunità Bocconi (studente, alumnus, membro dello staff o della faculty) oppure uno studente o alumnus dell’Università degli Studi di Milano e del Politecnico di Milano o un ricercatore dell’IIT.

Sempre nel rispetto delle normative anti-Covid19, B4i – Bocconi for innovation offre, inoltre, spazi nel campus con moderni uffici condivisi con altre startup del programma in via Bocconi, 6 a Milano. Inoltre, i benefici del programma prevedono l’accesso a una rete di esperti e mentor, come professori di Università Bocconi, alumni Bocconi provenienti da settori e aree geografiche eterogenee, e professionisti esperti come imprenditori, investitori e manager. Oltre a questo, le startup possono sviluppare reti commerciali e canali di vendita verso clienti B2B, usufruire di servizi della Bocconi e da fornitori convenzionati, tra i quali database, cloud service providers, CRM, pacchetti legali, contabili, di marketing digitale, e molto altro. Infine, le startup usufruiscono del programma Legal Clinics, grazie al quale vengono supportati da alcuni dei più importanti studi legali in Italia, grazie al coordinamento del team di B4i – Bocconi for innovation insieme agli studenti del quarto anno del corso di laurea in Giurisprudenza, che possono così mettere in pratica quanto appreso in aula.

 B4i – Bocconi for innovation è affidata alla guida del Prorettore all’Innovazione, Markus Venzin, e dell’Operating Director Nico Valenti Gatto, e conta su importanti partnership istituzionali come quella con l’Istituto italiano di tecnologia (IIT), il Politecnico di Milano, l’Università degli Studi di Milano e partnership operative con Plug and Play, Invitalia e Kilometro Rosso.

Markus Venzin, Prorettore all’Innovazione dell’Università Bocconi, dichiara: «L’incremento del numero di candidature è il frutto dei risultati che B4i – Bocconi for innovation ha conseguito insieme alle startup del primo e secondo batch e la nostra crescita coincide con il numero di investimenti, assunzioni, pubblicazioni e premi che le startup già accelerate hanno raggiunto nell’ultimo anno e mezzo. Mi riferisco a startup come Digitazon (Duing) che ha chiuso un round di finanziamento da 420 mila euro; a Endelea, che ha vinto il Premio Gaetano Marzotto “2030 Social Impact Prize”, ha aperto un’azienda locale in Tanzania con headquarter in Dar es Salaam e oggi impiega 10 sarti locali full-time; e ancora a Qi4M, il cui tasso di crescita dei ricavi è cresciuto del 480% anno su anno. In generale, durante la loro accelerazione, 5 startup hanno assunto più di 10 dipendenti a tempo indeterminato, con almeno 1-2 dipendenti assunti per startup; hanno ottenuto premi e sono state inserite all’interno di prestigiose riviste nazionali e pubblicazioni accademiche. I risultati conseguiti da molte di loro hanno naturalmente attratto tante altre startup e questi risultati rappresentano la base anche per l’avvio della terza edizione. Confermiamo inoltre gli obiettivi strategici di B4i, primo tra tutti “Business Meets Tech” con il desiderio di accelerare un numero sempre maggiore di startup focalizzate sul deep tech, cioè dotate di brevetti e innovazioni legate al mondo dell’Intelligenza Artificiale, Materials Science, IoT. In questo sarà strategico allargare sempre di più la nostra rete di partnership».

Nico Valenti Gatto, Operating Director di B4i – Bocconi for innovation, afferma: «Sono state settimane di selezione molto impegnative per il nostro team, considerata la crescita di candidature, per numero e qualità, pervenute durante la terza “Bocconi for Innovation Startup Call”: oltre 280 dalla rete di Bocconi e dai suoi partner, con il 13% di candidature provenienti da imprenditori internazionali. Abbiamo notato un positivo effetto passaparola tra gli imprenditori, che in alcuni casi consigliano B4i ad altri candidati: spesso queste sono proprio le candidature migliori. Abbiamo riscontrato una crescita di fatturato da parte delle startup che hanno già concluso il primo programma di accelerazione, alcune con >€10k MRR. Inoltre, l’interesse degli investitori dopo i nostri Demo Day è un ulteriore indice della qualità e quantità di lavoro svolto dalle startup: l’ultimo Demo Day tenutosi il 1° marzo ha generato in totale 34 contatti tra investitori e startup. Il livello sempre più alto dei team ci sprona ad allargare la rete di servizi e partnership per permetterci di offrire servizi in linea con i bisogni operativi e strategici degli imprenditori con cui lavoriamo. Recentemente abbiamo aggiunto al nostro network anche Boolean Careers e Le Wagon per dare accesso a risorse tech, Notion e Miro per poter lavorare con sistemi di project e knowledge management efficienti, Payfit per gestire più agilmente le risorse umane ed il payroll, e altri partner tra cui Mia Platform e Leyton – per fornire supporto rispettivamente in devops e candidature a bandi».

In qualità di acceleratore, B4i – Bocconi for innovation aiuta le startup a definire il prodotto, completare il team e a interagire con mentor ed esperti nei settori di loro interesse. Al termine dei quattro mesi del programma di accelerazione, le startup accelerate hanno l’opportunità di presentarsi di fronte ad angel investor e fondi di venture capital per raccogliere fondi per la fase successiva del loro business.

Come pre-acceleratore, B4i – Bocconi for innovation accoglie idee imprenditoriali ancora in fase embrionale, per supportarle fino alla cosiddetta fase del prodotto minimo funzionante (mvp, minimum viable product). Lo scorso 27 febbraio per le 15 startup selezionate è ufficialmente iniziato il programma di pre-accelerazione, ‘Spring Batch 2021’ di B4i – Bocconi for innovation.

Per ulteriori approfondimenti, è disponibile l’elenco completo su https://www.b4i.unibocconi.it/startup.

Digiqole ad

Articoli correlati