Assirm annuncia i dati 2021 del settore delle ricerche di mercato

 Assirm annuncia i dati 2021 del settore  delle ricerche di mercato

Assirm – l’Associazione che riunisce le maggiori aziende italiane che svolgono Ricerche di Mercato, Sondaggi di Opinione e Ricerca Sociale – segnala il trend positivo del settore presentando i dati congiunturali di chiusura 2021, raccolti presso un campione di 45 Aziende Associate.

Nel 2021 il fatturato del mercato delle Ricerche, relativo agli Associati Assirm, è cresciuto del 10.4% rispetto al 2020, dato che riporta il settore ai valori pre-pandemia.

In generale si evidenzia uno scenario positivo in cui tutte le tipologie di Ricerca hanno contribuito alla ripresa del mercato: in forte recupero i Panel continuativi (+8,6%) con riferimento al target Famiglie/Consumatori (+40%) e le indagini in ambito Retail (+ 15%).

Trend in aumento anche nelle ricerche Ad hoc: in particolare nelle Qualitative (+26 %) ma anche nelle Quantitative (+16%) con un significativo incremento del CATI (+35%), mentre il CAWI/ ONLINE si conferma sempre più la metodologia di riferimento (€ 69M), a discapito delle interviste in presenza.

Tra i settori finali che maggiormente utilizzano le ricerche di mercato, si conferma stabile l’ambito Farmaceutico, mentre in lieve flessione i Beni di consumo. Di notevole rilevanza l’aumento degli studi nell’area della Pubblica Amministrazione e con valori differenti la crescita dell’Informatica e dell’Elettronica, a fronte di una contrazione dei settori Media e Beni durevoli.

Dall’indagine realizzata dall’Associazione, il “sentiment” generale che emerge rispecchia un cauto ottimismo, che conferma il clima positivo manifestato dalle aziende nel primo semestre del 2021 in merito alla ripresa economica e l’aumento del fatturato del settore. La chiusura dell’anno sottolinea una dichiarazione di fiducia* verso il futuro prossimo per il sistema Paese e per le ricadute positive per le aziende, in termini di fatturato, occupazione e investimenti.

“Dall’analisi realizzata si delinea un quadro incoraggiante per la nostra Associazione, i suoi Associati e tutto il settore delle Ricerche. Per i prossimi mesi, lo step fondamentale da compiere sarà quello di attivare sempre più collaborazioni sinergiche tra brand e mondo della ricerca, sia per comprendere e interpretare maggiormente le esigenze del consumatore sia per cogliere le sfide dell’intera industry” commenta Matteo Lucchi, Presidente di Assirm.

Digiqole ad

Articoli correlati