Doppio compleanno nel mondo delle PR: Heritage House festeggia 5 anni e PROI Worldwide 50

L’agenzia di comunicazione strategica Heritage House celebra i 5 anni di attività insieme a PROI Worldwide, il maggiore network internazionale di agenzie di comunicazione indipendenti, del quale Heritage House fa parte

·       Heritage House cresciuta di quasi il 20% nel 2019
·       PROI Worldwide cresciuto del 3.8% nel 2019 con un fatturato totale di un miliardo di dollari
·       PROI Worldwide sale al 4° posto nel ranking dei principali gruppi di comunicazione

Heritage House, agenzia di comunicazione strategica, celebra i primi cinque anni di attività, registrando un’ulteriore crescita del 20% nel 2019. L’anniversario coincide con un’altra celebrazione a cifra tonda. PROI Worldwide, il più grande network globale di agenzie di comunicazione indipendenti del quale Heritage House fa parte.

Società di Relazioni Pubbliche specializzata in Corporate Reputation, CSR e Crisis Communication, Heritage House è guidata dai tre partners Elisabetta Moroni, Federico Cerrato e Roberto Adriani. Con uffici a Milano ma attiva anche a Roma e nel resto del Paese, Heritage House ha contribuito alla crescita di PROI Worldwide e alla condivisione di clienti e progetti, in particolare nell’area EMEA.

“Siamo orgogliosi di far parte di un network globale così dinamico – ha dichiarato Elisabetta Moroni, Managing Director di Heritage House – al tempo stesso siamo consapevoli delle sfide poste dal mercato nell’era Covid. Da ogni crisi, anche da quella tragica che purtroppo abbiamo sperimentato, occorre però saper trarre insegnamenti per il futuro. Proprio il fatto di essere parte di un network solido e globale come PROI ci consente di affrontare le nuove sfide dalla giusta prospettiva. Una delle maggiori expertise di Heritage House è nell’ambito pharma ed healthcare – ha aggiunto Elisabetta Moroni –  e grazie anche a PROI abbiamo potuto cogliere importanti opportunità di sviluppo del business a livello internazionale, in particolare nei key markets europei. L’emergenza COVID ha mutato lo scenario internazionale – ha concluso Elisabetta Moroni – e per le agenzie di comunicazione strategica è fondamentale saper interpretare questi cambiamenti, ad esempio coniugando pensiero consulenziale e capacità di gestire progetti di comunicazione sempre più digitali”.

I professionisti che operano in Heritage House coniugano la profonda conoscenza delle dinamiche della comunicazione offline e digital, con l’esperienza e la capacità di gestire hub EMEA e progetti cross country. Le aree nelle quali Heritage House presta maggiormente consulenza sono farmaceutico, food & nutrition agronomico e manufacturing.

Il network PROI Worldwide è stato fondato a Londra nel 1970 ed è il più grande network al mondo di società di comunicazione indipendenti. PROI è composto da 78 agenzie con 165 uffici nel mondo, per un totale di 7.300 professionisticirca 8.000 clienti, compresi Fortune 500, sparsi nei 5 continenti. L’elemento caratterizzante del network è quello di selezionare le agenzie in grado di operare con una spiccata visione internazionale della comunicazione unita al forte radicamento nei loro mercati di riferimento, coerentemente con il principio “Global Intelligence. Local Impact” di PROI. PROI ha celebrato il 50° anniversario della sua fondazione con un evento virtuale, causa restrizioni Covid, che sarà però celebrato live nel 2021 a Londra, non appena le condizioni lo consentiranno.

Con una crescita del 3.8% e un fatturato globale che sfiora il miliardo di dollari (990 milioni) PROI Worldwide, sale dal 5° al 4° posto nel ranking globale dei principali gruppi di comunicazione mondiali, secondo il PRovoke (ex Holmes Report) Media 2020 Global Holding Group Rankings.

Si tratta di una crescita importante anche perché consente alle agenzie che ne fanno parte di affrontare da una posizione di solidità le nuove sfide poste dal mercato in era Covid. Tra le prime quattro posizioni, PROI è l’unico network globale di agenzie indipendenti, a ulteriore conferma della capacità di adattamento alle evoluzioni del mercato globale da parte di questo tipo di agenzie, in grado di coniugare visione e capacità manageriali internazionali con un forte radicamento nel loro Paese.

Recentemente PROI Worldwide ha inoltre registrato un cambio al vertice. Ciro dos Reis, fondatore dell’agenzia di comunicazione brasiliana Imagem Corporativa, è il nuovo Global Chair e subentra alla uscente Clare Parsons, Presidente dell’agenzia di comunicazione londinese Lansons.

Allo stesso tempo Jeff Altheide ha assunto l’incarico di Global Managing Director di PROI Worldwide. Altheide proviene da G&S Business Communications, agenzia di comunicazione di New York parte del network PROI da dieci anni e dove è stato Chief Operating Officer. Da poco ritiratosi, ha deciso di dedicare adesso il suo tempo alla guida della macchina organizzativa di PROI. Jeff Altheide succede ad Allard W. van Veen, canadese con radici in Europa, altra figura storica del gruppo del quale è stato uno dei co-fondatori 50 anni fa a Londra e per il quale ha ricoperto la carica di Global Managing Director per 27 anni.

Articoli correlati