Eprcomunicazione presenta la sua prima relazione di impatto: neutralizzate dal 2022 le emissioni dannose per il clima

 Eprcomunicazione presenta la sua prima relazione di impatto: neutralizzate dal 2022 le emissioni dannose per il clima

Neutralizzare l’impatto sui cambiamenti climatici legato ai consumi diretti di elettricità e gas: è la scelta compiuta da Eprcomunicazione, associata UNA, Società Benefit dal 2021 e tra le più importanti agenzie di comunicazione italiane. L’impegno è messo nero su bianco nella prima Relazione di Impatto di Eprcomunicazione come Società Benefit, allegata al Bilancio.

Per Eprcomunicazione – scrivono l’amministratore unico Camillo Ricci e il direttore scientifico Roberto Della Seta nella lettera agli stakeholder che apre la Relazione – la scelta di collegare il lavoro quotidiano al servizio della comunicazione dei nostri clienti con obiettivi d’interesse collettivo non nasce nel 2021, è molto più antica. Maturata dall’inizio del nostro cammino di impresa, declinata costruendo partnership ed elaborando strumenti e contenuti vocati a un’idea che per noi è un ‘chiodo fisso’: comunicare con efficacia e immediatezza l’impegno delle aziende e degli altri soggetti con cui collaboriamo in materia di sostenibilità, ambientale e sociale. Abbiamo comunicato l’economia circolare e la transizione ecologica da molto prima che questi concetti diventassero ‘di moda’. Lo facciamo da quando siamo nati collaborando con molti Consorzi per il recupero e il riciclo dei materiali divenuti rifiuti. Lo facciamo, anche, organizzando ogni anno il Festival nazionale dell’economia circolare che vede protagonisti tanti soggetti – imprese, associazioni, istituzioni – di questo nuovo, indispensabile paradigma del produrre e del consumare”.

Nella Relazione di Impatto appena presentata, questa “vocazione” è descritta nel dettaglio, con un passo ulteriore: mostrare, numeri alla mano, che per Eprcomunicazione la sostenibilità non è soltanto uno dei grandi capitoli del lavoro di comunicazione per i propri clienti.

“La nostra ambizione – scrivono Ricci e Della Seta – è diventare noi stessi, come gruppo di persone che lavorano insieme, sempre più sostenibili”.

Ecco allora punto per punto l’identikit “benefit” di Eprcomunicazione:

  • nel corso del 2021 è stato adottato il Modello 231, che impronta tutte le fasi decisionali e operative delle attività a criteri di trasparenza e di rispetto scrupoloso della legalità, ed è stato ottenuto il riconoscimento del Rating di legalità, con un punteggio di due stelle e mezzo, da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato; inoltre Eprcomunicazione ha conseguito la certificazione internazionale ISO 9001 (“Sistema di Gestione della Qualità) ed è iscritta nel “registro della trasparenza” presso il Ministero dello Sviluppo Economico;
  • nei prossimi mesi si concluderà l’iter per diventare B-Corp e per ottenere la certificazione internazionale ISO 14001 (“Sistema di Gestione Ambientale”);
  • dal 2022 Eprcomunicazione neutralizza l’intero ammontare delle emissioni di anidride carbonica (il principale gas climalterante) legate ai consumi elettrici e termici nei suoi uffici contribuendo a iniziative di forestazione che consentono risparmiare altrettante emissioni dannose per il clima;
  • è stato eliminato l’uso delle bottiglie di plastica non riciclata e sono stati scelti fornitori di carta, toner e altri materiali per ufficio che offrono sicure garanzie sull’alto grado di sostenibilità ambientali dei loro prodotti;
  • Eprcomunicazione partecipa direttamente a iniziative di volontariato in campo sociale e ambientale.
Digiqole ad

Articoli correlati