Cosa si aspettano gli italiani dagli scenari che si presenteranno finito il lockdown? Cosa attendersi quindi dalla cosiddetta fase due? A dare risposta ci ha pensato un’indagine di Beintoo. La società ha realizzato una ricerca, nei primi giorni di aprile, per comprendere quali potrebbero essere i cambiamenti nei comportamenti dei nostri connazionali.

Gli italiani hanno risposto alla domanda “Come ti senti rispetto al futuro?” mostrando un atteggiamento omogeneo su tutto il territorio che possiamo definire complessivamente come “ottimista-incerto” per l’85% degli utenti.

Pur rimanendo all’interno di un quadro di ottimismo, gli utenti della regione Lombardia risultano più cauti nel pensare alla dimensione sociale: solo il 33% prevede infatti di tornare ad abbracciare o dare la mano, contro il 39% della popolazione italiana.

Sull’uso dei guanti e della mascherina anche nella fase due, complessivamente, è emerso un atteggiamento cautelativo, il 43% ha infatti affermato che userà questi presidi “solo in alcune circostanze”.

Preoccupano, invece, le occasioni sociali di aggregazione, probabilmente perché connotate negativamente come opportunità di contagi. La frequenza dei luoghi di svago subirà, quasi sicuramente, gli effetti dell’instabilità creata da questa pandemia. Il 46,8% alla domanda “Tornerai a frequentare stadi, palestre, cinema, ristoranti?” risponde infatti “no, passerà del tempo”.