Hacker attaccano Honda, Nintendo ed Enel

Nel corso degli ultimi giorni sono emersi tre attacchi hacker ai danni di note multinazionali. È stato registrato un disservizio nella rete Enel, nel corso dell’ultimo fine settimana, determinato da un ransomware. A subire danni sarebbe stata anche la giapponese Honda. L’azienda ha dovuto chiudere l’accesso in alcune sue sedi anche ai dipendenti e interrompere la produzione.

La terza grande realtà coinvolta è Nintendo. Il gigante del videogioco made in Kyoto ha confermato che un attacco informatico ai suoi database avrebbe compromesso circa 300mila account dei propri giocatori. In una conferenza stampa l’azienda ha ammesso che l’hacking avvenuto lo scorso aprile è stato in realtà di portata maggiore rispetto a quanto inizialmente ipotizzato.

Nintendo ha bloccato tutti gli account compromessi, chiedendo agli utenti interessati di resettare le password e le informazioni di sicurezza.

Articoli correlati