La guerra e la Rete. The Story Lab presenta un’analisi delle conversazioni online a un mese dall’inizio del conflitto in Ucraina

 La guerra e la Rete. The Story Lab presenta un’analisi delle conversazioni online a un mese dall’inizio del conflitto in Ucraina

Come reagisce la Rete alla prima crisi su suolo europeo sviluppatasi dopo la nascita dei social network? Quanto l’impatto della guerra condiziona gli italiani? E in che relazione si pone questa nuova crisi rispetto alle ondate pandemiche immediatamente precedenti?

The Story Lab, la full-creative advertainment agency di dentsu italia guidata dal CEO Stefano Pagani, ha analizzato lo scenario del conversato digitale per identificare le correnti di pensiero, lo stato d’animo e le paranoie degli italiani in questo momento storico.

Il paper “La guerra e la Rete” analizza i dati di ascolto online nel primo mese di guerra, identifica 6 topic di conversazione principali, tra cui il confronto tra i personaggi di Putin e Zelensky e il “fenomeno Anonymous”, per arrivare poi alle conclusioni utili per navigare l’incertezza di questo momento storico.

A un mese dall’inizio del conflitto, le discussioni in rete ci mostrano l’oscillazione dello stato d’animo (e dell’interesse) degli italiani. Per le persone, ricostruire una visione d’insieme chiara e univoca sembra impossibile” commenta Samanta Giuliani, Executive Strategy Director di The Story Lab Tra le altre cose, i dati che abbiamo raccolto ci ricordano il pericolo di arrivare troppo velocemente a una saturazione di informazioni e stimoli su un argomento. L’essere umano non riesce a rimanere in uno stato di ansia o paura troppo a lungo: fisiologicamente, più un fenomeno si dilata nel tempo, più siamo programmati per perdere interesse”.

Sul tema Ucraina, The Story Lab rende disponibile online anche il paper “Brand Activism in tempo di guerra” dedicato alla posizione che i brand stanno tenendo in questo contesto di guerra.

Digiqole ad

Articoli correlati