MioDottore annuncia l’acquisizione di GIPO, software gestionale per strutture mediche n. 1 in Italia

MioDottore – la piattaforma leader in Italia specializzata nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo DocPlanner – annuncia l’acquisizione di GIPO – leader da oltre 20 anni nel campo della tecnologia sanitaria per cliniche e centri medici – e del suo software d’avanguardia GIPONEXT che permette di tradurre in pochi clic qualsiasi richiesta grazie alla massima personalizzazione. Questa operazione si inserisce in un contesto di costante crescita del business in Italia: basti pensare che in questi primi dieci mesi dell’anno sono stati già raggiunti i 2,5 milioni di visite prenotate online – il risultato dell’intero 2019 – e che in soli 7 mesi dall’attivazione, sono stati effettuati quasi 140 mila video consulti online. Queste performance positive si riflettono anche nella costante crescita dell’organico.

Il software GIPONEXT

GIPO ha realizzato e mette a disposizione delle strutture mediche un software d’avanguardia dotato di un’elevata personalizzazione e di molteplici funzioni, sempre in costante aggiornamento e in grado di rispondere ad ogni esigenza. Attraverso GIPONEXT gli utenti che usufruiscono del servizio di MioDottore in pochi passaggi potranno trovare un riscontro alle loro richieste, come ad esempio individuare con semplicità il primo slot disponibile nell’agenda di uno specialista o prenotare interi cicli di prestazioni.

Al tempo stesso, la soluzione offre vantaggi anche per i centri, infatti consente loro di risparmiare tempo ed evitare sprechi automatizzando i processi di gestione e i compiti prima riservati alla segreteria e integrando tutti i sistemi che le strutture possono utilizzare: software di contabilità, SSN, Assicurazioni e ora anche MioDottore.

“L’acquisizione di GIPO rappresenta un traguardo fondamentale per la futura evoluzione della nostra piattaforma e della nostra offerta al segmento delle strutture mediche. Con questa importante integrazione, il nostro team unisce finalmente il know-how e i migliori talenti dei tre player numero uno della filiera del mondo healthcare – ovvero il marketplace MioDottore, il CRM TuoTempo e il gestionale GIPO – ponendosi all’avanguardia nell’offrire una soluzione a 360° e adatta alle esigenze di qualsiasi struttura sanitaria,” commenta Luca Puccioni, CEO di MioDottore. “A margine delle numerose sfide imposte dall’emergenza sanitaria, questo mutato contesto ha al tempo stesso imposto un cambio di passo per quanto riguarda la digitalizzazione di settori più tradizionali come la sanità e la pubblica amministrazione. Forti di una tecnologia unica che negli scorsi mesi ci ha consentito di rispondere rapidamente alle nuove esigenze rendendo disponibile la video consulenza online per i pazienti italiani, il nostro obiettivo è continuare a migliorare l’esperienza sanitaria attraverso l’innovazione sia per gli utenti, sia per i professionisti,” conclude Puccioni.

“Il mercato della sanità privata, ambulatoriale e diagnostica, è in forte trasformazione ed espansione e tende a consolidarsi sempre di più verso i grossi player. La stessa dinamica che si riscontra nei player fornitori di prestazioni sanitarie private si sta riscontrando nei fornitori di servizi ad essi associati quali ad esempio la fornitura del gestionale software per le strutture. In questo contesto unirsi a MioDottore ci è sembrata la soluzione ideale essendo leader indiscussa del marketplace italiano delle visite specialistiche e quindi potenzialmente la più adatta ad entrare in contatto con il nostro target. Siamo orgogliosi di essere entrati in questo team molto dinamico, giovane e dalle prospettive di crescita potenzialmente infinite,” dichiara Claudio Ianiri, AD di GIPO.

MioDottore: cresce la piattaforma e si aprono nuove posizioni per ampliare l’organico

MioDottore registra un ulteriore aumento del traffico sulla piattaforma e ricerca nuove figure professionali da inserire nel proprio team. Infatti, nel 2020 si rilevano ad ora 3 milioni e mezzo di visite prenotate, arrivando a più di 6 milioni con l’acquisizione di GIPO e una crescita a doppia cifra del numero di recensioni sulla piattaforma (+60%) rispetto al 2019. Inoltre, dall’inizio del progetto di video consulenza online attivato a marzo di quest’anno, sono state effettuate quasi 140 visite da remoto.

L’andamento positivo del business si riflette anche a livello di organico, con il raggiungimento di 132 dipendenti – un aumento del 22% in termini di head count anno su anno – e con la previsione di toccare entro dicembre 2020 l’obiettivo prefissato a inizio anno di 136 persone.

Articoli correlati