Robilant Associati firma il rebranding di Girolomoni

 Robilant Associati firma il rebranding di Girolomoni

In occasione dei 50 anni dalla nascita, Girolomoni si presenta con una nuova identità, un nuovo packaging sostenibile 100% carta e un rebranding che rinsalda i valori di sempre e li ristabilisce come capisaldi per il futuro. Oltre il biologico, con la branding agency Robilant Associati, la cooperativa agricola marchigiana presenta una brand identity che interpreta al meglio i valori fondanti dell’impresa, dando adeguata rappresentazione di un progetto integrato, di una visione globale che va oltre il prodotto.

Il rebranding presentato durante l’ultima edizione di SANA 2021 – racconta Giuliano Dell’Orto, Direttore Creativo di Robilant Associati a capo del progetto – è frutto di un lungo percorso affrontato nell’ultimo anno: un lavoro che ha portato a una messa a fuoco dei valori di sempre, riattualizzati per lo scenario presente e sintetizzati in una nuova identità, un nuovo confezionamento sostenibile e un linguaggio contemporaneo.”

Fedele al pensiero e al lascito del fondatore Gino, la Girolomoni di oggi ribadisce il suo sogno e il suo impegno, “Dignità alla terra!”, che diventa pay-off del brand e sancisce in questo modo visione, obiettivo e missione dell’impresa, anche per il futuro, nel rispetto dei suoi valori fondanti: l’equo cooperare, la salvaguardia della biodiversità, la buona pasta che preserva al massimo il gusto, il profumo e i nutrienti dei grani. Un impegno che non si esaurisce nella produzione, ma si estende fino a diventare accoglienza, con un agriturismo e una locanda, fattoria didattica per la divulgazione e l’incontro ed infine una Fondazione per nutrire l’aspetto culturale. Un ecosistema integrato costruito intorno al credo Girolomoni, che va ben oltre la semplice produzione per il mercato del biologico, ma abbraccia tutta la filiera a 360 gradi in una visione olistica e integrata di cui la sintesi grafica e identitaria è espressione.

La storia di Girolomoni inizia dal sogno di Gino, pioniere del biologico in Italia, attivista, intellettuale e sostenitore della cultura contadina – sottolinea ancora Giuliano Dell’Orto. A 50 anni dall’origine del suo progetto, era necessario ribadire che il suo impegno è vivo ancora oggi e rappresenta il punto di riferimento per il futuro. A questo scopo abbiamo lavorato ad una nuova identità che non tradisce le radici dell’azienda: il nome e il Monastero di Montebello, luogo icona della storia di Girolomoni, rimangono saldamente a garanzia dei prodotti insieme all’immagine del fondatore. Logo e simbolo formano un insieme unico, a raccontare ancora con maggiore forza non solo il legame con i luoghi di origine, ma l’impegno dell’impresa per la messa a valore del suo territorio, nel segno del rispetto per la terra e per gli uomini”.

Il rinnovamento portato avanti da Robilant Associati coinvolge anche l’identità di prodotto, ultimo anello di una intera filiera virtuosa e sostenibile, espressione virtuosa di civiltà contadina in cui persistono e sono ancora centrali valori come il rispetto per l’uomo e la natura, che oggi si traducono nella scelta di materiali sostenibili per il confezionamento.

La scelta è dunque ricaduta sulle confezioni in carta: per la linea Grano Duro una bobina 100% carta da foreste gestite in maniera responsabile, per i Grani Antichi un sacchetto in 100% carta riciclabile da foreste gestite in maniera responsabile, con finestra separabile in pellicola di cellulosa, differenziabile nell’umido.

Robilant Associati promuove con sempre maggior impegno verso i propri clienti la cultura di una progettazione più sostenibile e responsabile – conclude Giuliano Dell’Orto – che riesca a coniugare le istanze di conservazione dei cibi e di comunicazione con quelle dell’ambiente. Utilizzando inoltre il packaging come veicolo per la sensibilizzazione e la cultura del consumatore”.

 

Digiqole ad

Articoli correlati