Francesco Termite. Autore del libro “Basta Ipotesi”, ha creato Indagalo, l’unico servizio chiavi in mano specializzato nella realizzazione di attività di marketing intelligence per web agency e consulenti marketing.

Anni fa in Italia, erano in pochi ad utilizzare il web marketing come canale di promozione. Tuttavia anche il settore online si va saturando e la concorrenza aumenta giorno dopo giorno. Per gli “addetti ai lavori”, generare un ritorno sull’investimento per i propri clienti diventa sempre più complicato.

Quindi come può una web agency sfruttare al massimo questo canale di promozione anche quando non ha enormi budget a disposizione ed evitare attività sterili?

Per tutti coloro che vogliono sperimentare qualcosa di nuovo e non gestiscono budget milionari, il mercato offre una soluzione che l’economista statunitense M. Porter definisce come una delle tre strategie fondamentali per un business.

Si tratta della segmentazione del mercato, ovvero quell’aspetto chiave nella decisione strategica di marketing per individuare il cliente che si vuole servire. Ad ogni segmento di mercato si comunicherà in modo diverso e rilevante. Ed ecco perché le probabilità di generare profitti da quella campagna aumenteranno. 

A differenza dell’approccio di “marketing indifferenziato”, la segmentazione consente di conoscere in profondità il cliente che si sta servendo e di farlo in modo ottimale. Il marketing indifferenziato è efficiente solo nel momento in cui i potenziali clienti reagiscono grossomodo allo stesso modo agli stimoli di marketing. Ma sappiamo benissimo che al giorno d’oggi questo comportamente è lontano dalla realtà.

Queste strategie inoltre possono essere utilizzate sia online che offline e sono di quanto più profittevole si può trovare sul mercato ai giorni nostri.

L’efficacia del “marketing segmentato” è strettamente proporzionale al come vengono raccolti e analizzati i dati. L’attività che decreta il successo o il fallimento di una campagna di marketing, si chiama analisi e segmentazione del mercato perché permette di acquisire informazioni strategiche che valgono oro. Molti la definiscono anche “marketing intelligence”.

Francesco Termite è conosciuto come lo specialista del processo di segmentazione del mercato nel nostro Paese. Autore del libro “Basta Ipotesi!”, ha collaborato con marketer professionisti a livello nazionale ed internazionale. 

Ed oggi ha deciso di mettere a disposizione le sue competenze a tutte le web agency che sono decise a non essere un’agenzia come tutte le altre. E che vogliono sperimentare l’efficacia di segmentare il mercato per aumentare il ROI delle proprie campagne.

Indagalo, fondato da Termite nel 2019, è l’unico servizio chiavi in mano specializzato nella realizzazione di attività di marketing intelligence per web agency e consulenti marketing.

Sebbene in fase di lancio può vantare già diversi casi studio di successo (per informazioni www.indagalo.it).

“Lavoravo anch’io in una web agency – ci spiega Francesco – e prima di specializzarmi nella segmentazione del mercato in relazione ai bisogni (attività di marketing intelligence) ho sperimentato sulla mia pelle le difficoltà nel generare iscritti e vendite per i clienti che gestivo. Oggi promuovere un business online, grande o piccolo che sia, non è per nulla semplice. Il pubblico, spiega, “è infatti bombardato giornalmente da migliaia di messaggi pubblicitari e sembra impossibile trovare delle strategie vincenti”.


Grazie alla segmentazione del mercato ed una comunicazione personalizzata si riescono invece ad ottenere due vantaggi competitivi: si diventa importanti per i propri clienti (relevance) e diversi dai concorrenti (differentiation). L’essere rilevanti per i propri clienti si basa sulla corretta scelta del segmento; l’essere percepiti come diversi si basa su un corretto posizionamento sul target.

Termite spiega: “Nel mio libro “Basta Ipotesi!”, spiego in modo approfondito un metodo scientifico per analizzare e segmentare il mercato applicabile da chiunque. Certo non è un compito facile e richiede del tempo. Infatti molti “addetti ai lavori” che non hanno tempo di cimentarsi in questa faticosa attività, si sono rivolti a me ed al mio team per l’analisi e la segmentazione del loro pubblico di riferimento”.

Sembra che le frontiere del web marketing in Italia si siano allargate e che nel futuro prossimo si sentirà sempre più parlare di questa nuova attività.