VD rafforza la squadra e chiude il primo anno di attività con un fatturato di 800 mila euro, community e views in crescita

 VD rafforza la squadra e chiude il primo anno  di attività con un fatturato di 800 mila euro,  community e views in crescita

Con poco più di dodici mesi di storia alle spalle l’editore digitale VD archivia un primo anno di attività positivo, con un fatturato di oltre 800 mila euro, e prevede un 2022 all’insegna di consolidamento e crescita con l’obiettivo di portare il giro d’affari al di sopra di 1,5 milioni di euro. Un’evoluzione che riguarderà sia il media brand VD News, grazie al consolidamento delle attività di branded content sui suoi canali sia le attività di produzione di contenuti per i canali digitali di proprietà dei brand. Il tutto secondo l’approccio al linguaggio e alla metodologia che caratterizzano VD: il racconto di temi di attualità e lifestyle mediante storie vere, capaci di connettere con gli utenti sul piano emotivo e veicolare i valori dei partner, con un impianto di produzione snello ed efficace, che mette in primo piano la qualità.

Insieme alle persone che compongono il team, è proprio l’approccio alla creazione di contenuti uno degli elementi distintivi che connotano l’identità della piattaforma media VD, che intercetta la crescente domanda per un racconto della realtà senza filtri, efficace tra i Gen Z e millennials, ma non solo. L’approccio al racconto di storie, attraverso serie, mini-documentari e reportage, si è rivelato vincente e oggi ha una community di oltre 700 mila persone che, nel 2021, ha generato 114 milioni di views sulle varie properties dell’editore. Ponendo le basi per lo sviluppo di produzioni dalla durata più lunga, che nei prossimi anni andranno a costituire un’offerta premium destinata al consumer e alle piattaforme streaming e TV.

Nell’aprile 2021, l’arrivo da SKY dell’head of sales, Luca Ansalone, ha coinciso con l’ingresso operativo sul mercato attraverso un modello incentrato su branded content e produzione che, in meno di un anno, ha portato a 25 clienti attivi e a un giro d’affari che  quest’anno verrà superato anche grazie all’ingresso del brand solution manager Marcello Roncallo, giovane con esperienze in CiaoPeople Media Group e SKY, che porta in VD le sue marcate competenze in ambito digital e branded content.

Durante lo scorso anno il gruppo di lavoro di VD è salito a 18 persone, presenti soprattutto nella sede milanese e, in parte, in quella fiorentina; al rafforzarsi della parte commerciale ha corrisposto anche una crescita della redazione e della produzione. Le new entry del 2021: Francesco Russo, produttore esecutivo che ha lavorato sulla costruzione della struttura produttiva, con team interni ed esterni, ponendo le basi per l’ampliamento previsto nel 2022. La caporedattrice Alessandra Lanza, e la responsabile social Valentina Cesarini, chiamate ad affiancare Salvatore Mammone, responsabile media VD, e il direttore editoriale Claudio Morelli, nell’ampliamento e nel consolidamento delle attività editoriali.

Nel corso di questo primo anno VD ha dimostrato di poter giocare sullo stesso terreno di grandi media nazionali, grazie, prima di tutto, all’approccio moderno della redazione e a una gestione del lavoro digital-oriented che mette sempre al centro il contenuto. I paradigmi del vecchio giornalismo – diviso tra web, carta stampata e TV – stanno totalmente saltando e la guerra in Ucraina, dove le cronache dal campo sono a cura di molti freelance lo sta ampiamente dimostrando. L’informazione è già cambiata, la nostra forza sarà quella di percepire queste evoluzioni in anticipo per offrire ai nostri lettori e spettatori prodotti informativi di qualità e al passo con i tempi”, sottolinea Claudio Morelli.

Nei piani di VD ci sono il consolidamento del canale VD News, rafforzando l’offerta informativa, e della casa di produzione, potenziandone la capacità, anche attraverso nuovi investimenti in infrastruttura, competenze e tecnologia. VD guarda al futuro, partendo dalla domanda crescente di contenuti informativi e di intrattenimento che le piattaforme social e streaming hanno generato. È infatti sulla costruzione di un ecosistema mediatico con al centro il contenuto che si svilupperà sempre di più l’attività della media company: aumentando lo sviluppo e la distribuzione di contenuto originale, ma osservando e facendo propri i principali trend tecnologici in atto, come nel caso della crescita del canale TikTok di VD News che, in meno di 6 mesi, ha raggiunto 200 mila utenti e un flusso stabile di traffico di oltre 10 milioni di views al mese. Una sfida che vede l’azienda impegnata in un progetto innovativo per il mondo dell’editoria, con potenziali sbocchi in molti altri ambiti.

“Il mercato del branded content digitale è sempre più presente nel media mix pubblicitario di aziende tradizionali ed emergenti che vogliono raggiungere audience sui canali digitali, con nuovi linguaggi studiati ad hoc. I numerosi progetti realizzati con clienti di diversi settori come Sammontana, Regione Trentino, N26, Adidas, Flowe, Gorillas e molti altri, testimoniano che il percorso intrapreso è corretto: il posizionamento commerciale è coerente con quello editoriale, forniamo una risposta differenziante, costruendo percorsi comunicativi che rispondono alle nuove esigenze delle marche di portare la realtà al centro della narrazione di prodotti e valori”, dice Luca Ansalone, “VD è una piattaforma di servizi, capace di guidare le marche nella complessità del digitale grazie a soluzioni che partono dal branded content e possono estendersi anche al coinvolgimento di talent, attivazione di eventi offline e produzione di contenuti”.

Digiqole ad

Articoli correlati