Covid-19: perdite stimate in 44 miliardi di dollari per FB e Google

Gli effetti dell’emergenza Covid-19 riguardano anche i colossi dell’economica mondiale. Colpito, in particolare, il settore delle pubblicità online e ciò potrebbe tradursi, secondo la lettura della società di analisi Cowen & Co, in un costo di 44 miliardi di dollari per Google e Facebook.

Per il 2020, infatti, le entrate nette totali di Google sono stimate dalla società in circa 127,5 miliardi di dollari, 28,6 miliardi in meno (-18%) rispetto alle precedenti stime degli analisti. Quelle di Facebook, invece, ammonterebbero a 67,8 miliardi, in calo di 15,7 miliardi (-19%) rispetto agli ultimi forecast.

La situazione non sarà diversa per altri social network: Cowen & Co ha ribassato del 18% le stime di chiusura 2020 di Twitter (la stessa piattaforma di microblogging prevede già un calo di fatturato per il primo trimestre), a 3,2 miliardi di dollari di ricavi stimati, mentre la raccolta pubblicitaria di Snap è stata ribassata addirittura del 30% rispetto all’ultimo forecast, a quota 1,66 miliardi.

Diversa la situazione per Amazon, “meno esposta” di altre grandi piattaforme digitali secondo gli analisti di Cowen & Co, visto che la sua pubblicità è per lo più legata alle ricerche di prodotti.

Articoli correlati