Il lockdown ha inevitabilmente portato a un incremento delle richieste di servizi di videochat. La domanda ha indotto i grandi operatori del settore digitale allo sviluppo di soluzioni ad hoc. È all’interno di questa cornice che va collocato Messenger Rooms, la piattaforma per videoconferenze lanciata recentemente da Facebook.

Da pochi giorni Rooms è disponibile in tutto il mondo. Le “rooms” possono ospitare fino a 50 persone, senza limite alla durata della videoconferenza (come invece avviene ad esempio su Zoom, nel caso di account base).

Quando un utente dà il via a una videoconferenza, i suoi amici vengono informati tramite un alert nella loro bacheca o una notifica. Alle videochat potranno partecipare anche persone che non possiedono un account Facebook; in questo caso verranno invitate tramite la condivisione di un link.