Facebook lancia la nuova applicazione Collab che prende spunto, quanto meno in parte, da TikTok. Trattandosi di una versione beta, l’accesso a Collab avviene esclusivamente su invito ed è stata realizzata solo per i dispositivi Apple (iOS). Cosa dobbiamo attenderci? Ancora difficile a dirsi, ma Zuckerberg potrebbe replicare il successo ottenuto con la riproposizione delle funzionalità di Snapchat.

Nel novembre del 2013 il fondatore di Snapchat, Evan Spiegel, viene contattato dal proprietario di Facebook Mark Zuckerberg. C’è un tentativo di acquisizione, da parte del CEO di Facebook, per 10 miliardi. La proposta non va in porto.

Snapchat viaggia veloce e decide di correre da solo. E allora cosa succede? Succede che Zuckerberg decide di investire parte di quei famosi 10 miliardi in ricerca e sviluppo, per copiare in modo quasi spudorato i servizi di Snapchat, per proporli sulle sue piattaforme, in particolare su Instagram dove vanno a gonfie vele le IG Stories, con tassi di crescita enormi.