Filoblu eccezione d’Italia: inclusività e smart working alla base del progetto di women empowerment

 Filoblu eccezione d’Italia: inclusività e smart working alla base del progetto di women empowerment

FiloBlu, società di consulenza strategica fondata a Venezia e che in Italia ha sede anche a Milano e Napoli – amplia il suo team e supera le 180 persone attraverso una crescita che – in aperta controtendenza rispetto ai dati nazionali – è fortemente guidata dai valori dell’inclusività e del women empowerment.

Il Global Gender Gap Report 2020 del World Economic Forum (visionabile da questo link) posiziona l’Italia al 117esimo posto (su 153 Paesi) per quanto riguarda la partecipazione delle donne alle opportunità economiche. Un dato fortemente negativo e in netto contrasto con le performance che emergono da poche realtà eccellenti, tra queste FiloBlu. Con una crescita del team del 15% anno su anno, all’interno del gruppo di lavoro oltre 90 sono donne e ricoprono ruoli di primo piano in azienda: Head of Retail & Store Management, Head of Human Resources, Head of Contracts & Legal, Sales Accounting Manager, Head of Design e Head of Sales Assistance. Le possibilità di affermazione mirano ad essere trasversali, assecondando le inclinazioni di ognuno, per garantire una maggiore fluidità in un’ottica di pari opportunità e di riconoscimento e valorizzazione delle competenze e del talento.

Si muove nella stessa direzione l’attenzione riservata al rapporto lavoro/vita privata, supportato da un radicato e capillare utilizzo dello smart working, già in uso prima dell’emergenza sanitaria, e che va a beneficio di tutto il team. Un approccio agile e orientato all’obiettivo che permette di garantire alti standard di qualità del lavoro. Nel caso della maternità, il piano carriera continua ed è agevolato dal rientro flessibile, modulato in base alle proprie esigenze. Conseguenza diretta: pochissime le richieste di maternità anticipata e nella maggior parte dei casi il rientro è immediato.

“Grazie alla nostra struttura flessibile è possibile raggiungere posizioni lavorative di rilievo senza rinunciare alle ambizioni personali. E non esiste alcun gender pay gap: la retribuzione si basa esclusivamente sulle competenze e le esperienze, non sul genere” spiega Alessia Fanton, a capo delle risorse umane di FiloBlu, che aggiunge “Le opportunità sono tante e aperte a tutti coloro che hanno voglia di esprimere il proprio talento ed emergere in un contesto altamente innovativo e sfidante: solo in questo momento abbiamo 18 posizioni aperte”.

FiloBlu ha inoltre scelto di aderire al Progetto Women Empowerment, il piano di formazione finanziato dalla Regione Veneto dedicato alle sole donne, che prevede interventi istruttivi volti a valorizzare competenze, creatività e talento femminile. Una scelta in linea con il percorso della società che, sempre più,  mira a sensibilizzare e agevolare il percorso di ogni donna in un’ottica di necessaria inclusività.

Digiqole ad

Articoli correlati