Giornata Mondiale della sindrome di Down: Control & CoorDown lanciano la campagna social “Spazio alle confessioni”. Firma Together

 Giornata Mondiale della sindrome di Down: Control & CoorDown lanciano la campagna social “Spazio alle confessioni”. Firma Together

Obiettivo: promuovere il diritto delle persone con sindrome di Down di vivere una relazione sentimentale, una vita sessuale indipendente e di ricevere informazioni corrette e accessibili per godere appieno di una sana e libera sessualità. Il cambiamento che va affrontato è culturale e coinvolge prima di tutto i familiari e gli operatori, poi le istituzioni e la società. Le persone con sindrome di Down sono spesso considerate degli “eterni bambini”, e, come tali, sono protetti o tenuti lontani da tutto ciò che ha a che fare con l’età adulta, compresa la sessualità. Ma hanno gli stessi bisogni di chiunque altro e hanno lo stesso diritto di vivere una vita sessuale e amorosa indipendente

Control, insieme alla sua agenzia Together, continua a rompere i taboo sul sesso e la campagna “Just The Two of Us” di CoorDown è stata il punto di partenza per iniziare una conversazione su un tema così delicato e ancora inesplorato. Per questo Control lancia la campagna social “Spazio alle confessioni” perché il modo migliore per rompere i taboo è avere il coraggio di dire le cose come stanno, ma soprattutto dare spazio a tutte le voci di chi può raccontare e condividere le proprie storie.“Spazio alle confessioni” è un format che prende forme sempre diverse, diventando “Spazio alla prima volta”, “Spazio alla protezione” e così via.

La campagna andrà online dal 17 marzo al 21 marzo e i canali social saranno lo spazio dove le storie vere dei ragazzi con sindrome di Down diventano protagoniste. Attraverso la loro voce sarà possibile intrecciare momenti emozionali a momenti di leggerezza. Il cuore della campagna è una campagna video fatta di interviste: Luana racconta come la sessualità possa essere un percorso fatto di step ma finito nella scoperta della felicità e del feeling vero, Marco, persona eclettica e piena di progetti, si è rivelato un vero romantico e ha confidato di non poter fare a meno della sua ragazza e nello specifico dei suoi baci, l’intervista a Davide ed Emanuela è stata invece l’occasione per conoscere il potere dell’amore, Sonia, fidanzata con Marco, è stata la voce più dirompente, parlando di amore per sé stessi, masturbazione, attrazione sessuale, storie d’amore complicate che tutti indistintamente viviamo alla sua età.

“Spazio alle confessioni” è anche una campagna di digital print e di stories conversazionali per interrogare la community di Control sulla relazione tra sesso e disabilità, ma anche uno spazio d’approfondimento sul sito di Control con un articolo della scrittrice Marina Cuollo: “Alla fine, che sia in due, più o fai-da-te, l’unica cosa che vale davvero la pena sapere è che il sesso è uno dei piaceri della vita. E anche se a volte noi persone disabili siamo strutturate come un’opera surrealista, abbiamo tutte le carte in regola per fare all’amore come tutti. Ma soprattutto ci piace farlo, come tutti” scrive Marina nel suo articolo.

CREDITS:

  • Agency: Together
  • Chief Strategy & Creative Officer: Fabio Padoan
  • Creative Director: Valentina Barone
  • Senior Art Director & Supervisor: Francesco Iacobacci
  • Copywriter: Linda Codognesi
  • Motion Designer: Valentina Redivo
  • Junior Video Editor: Eleonora Caminiti, Riccardo Galli
  • Media Lead: Michele Baldari
  • Creative Media Strategist: Adriano Esposto
  • Junior Community Gardening: Amelie Giordano
  • Account Director: Giada De Giovanni
  • Junior Account Executive: Elisa Mauri
Digiqole ad

Articoli correlati