Kevin Mayer dice addio a TikTok e si dimette dal ruolo di CEO

Entrato nel management della famigerata App cinese appena lo scorso maggio, Kevin Mayer lascia TikTok. Il manager, proveniente da Walt Disney, ha spiegato che la sua scelta è dovuta ai provvedimenti presi dal presidente USA. Donald Trump ha infatti accusato l’applicazione di spionaggio a vantaggio di Pechino.

“È con il cuore pesante che vi annuncio che ho deciso di lasciare l’azienda”, ha scritto Mayer in una lettera diretta ai dipendenti, dove fa riferimento appunto ai cambiamenti “drastici” sul piano politico e quindi sul suo ruolo in TikTok. “Ci rendiamo conto che le dinamiche politiche degli ultimi mesi hanno cambiato in modo significativo la portata del ruolo di Kevin e rispettiamo pienamente la sua decisione. Lo ringraziamo per il suo tempo in azienda e gli facciamo i nostri migliori auguri”, ha commentato un portavoce della società.

Ad assumere il ruolo di CEO ad interim è Vanessa Pappas, direttore generale di TikTok. Quanto alle azioni del presidente USA, Trump ha disposto il divieto della popolare app negli Stati Uniti a meno che la capogruppo ByteDance Inc. di Pechino non ne venda le attività internazionali entro 90 giorni. In corso per l’acquisizione figurano ad oggi Microsoft, Oracle e Twitter.

Articoli correlati