La verifica delle identità digitali in maniera semplice e sicura per gli operatori dell’ecommerce con Ekata

 La verifica delle identità digitali in maniera semplice e sicura per gli operatori dell’ecommerce con Ekata

Intergic, digital solution provider che offre soluzioni tecnologiche innovative per l’e-commerce e il digital marketing, annuncia l’ingresso a portfolio di Ekata, società di Mastercard, leader globale nelle soluzioni di verifica dell’identità digitale, con l’obiettivo di consentire alle aziende di combattere le frodi e permettere transazioni fluide in tutto il mondo. Grazie alle soluzioni di Ekata, le aziende possono validare le identità dei clienti e valutare il rischio in modo trasparente e sicuro, preservando la privacy.

Ekata entra in Italia attraverso Intergic e verrà presentata durante la XVII edizione di Netcomm Forum 2022. In occasione della manifestazione, Intergic metterà anche a disposizione dei visitatori demo esperienziali per toccare con mano la tecnologia di shopereme, leader nel settore Scan&Go, e lo Smart Mirror di My Size ID, software development kit per la misurazione digitale degli abiti attraverso smartphone.

La verifica delle identità digitali arriva in Italia con Ekata

In uno scenario in cui sempre più consumatori effettuano transazioni online, le aziende hanno necessità di verificare l’autenticità dei propri clienti. Inoltre, la verifica dell’identità digitale diventa fondamentale per combattere le frodi, quando non si può fare affidamento sulle interazioni face-to-face. Una sofisticata verifica dell’identità che valuta più elementi ID, come l’interazione tra i dati e il collegamento a una persona vera, è utile per prevenire i rischi. Questa visione olistica del cliente aiuta infatti le aziende a prendere decisioni di rischio più consapevoli. Inoltre, i consumatori esperti di oggi si aspettano esperienze digitali senza interruzioni. Grazie alle soluzioni di machine learning, la verifica dell’identità digitale può avvenire in maniera fluida, consentendo ai consumatori di effettuare transazioni in maniera semplice.

Qui opera Ekata, le cui soluzioni di verifica delle identità si basano su Ekata Identity Engine e fanno leva su set di dati proprietari, elementi di identità e machine learning per effettuare un’analisi anonimizzata dell’utente, prevenire le frodi, la creazione di account falsi e limitare il rischio transazionale. I prodotti disponibili a livello globale di Ekata includono API su larga scala e a bassa latenza utilizzate nelle transazioni, nel monitoraggio e nell’onboarding dei clienti, e la soluzione Pro Insight SaaS per la revisione manuale delle frodi. Ekata consente a oltre 2.000 aziende e partner in tutto il mondo di combattere le frodi informatiche e ottenere un’esperienza inclusiva e fluida per i clienti in oltre 230 paesi.

La soluzione Ekata dedicata al settore eCommerce consente di identificare l’identità degli acquirenti, prevenire le frodi e dimezzare i tempi di revisione manuale, continuando a garantire una user experience ottimale. Ekata migliora i processi d’ordine, i tassi di autorizzazione, approva più ordini di qualità in una frazione di tempo, aumentando la soddisfazione del cliente attraverso l’automazione.

I benefici nello specifico:

  • TRANSACTION RISK API: ogni transazione online passa attraverso diversi gateway prima di essere approvata. Se si è in grado di individuare le frodi in anticipo, non solo si riduce il numero di transazioni fraudolente, ma anche il numero di transazioni che spesso vengono rifiutate ingiustamente. Fermando le frodi nel processo di acquisto, è possibile per il merchant evitare di perdere transazioni, ridurre così chargeback e le spese associate. Transaction Risk API fornisce ai team operation insight dettagliate circa le informazioni di identità fornite dal cliente, massimizzando i tassi di approvazione, migliorando la sicurezza delle transazioni e combattendo le frodi legate ai pagamenti.
  • ACCOUNT OPENING: consente alle aziende di difendersi dai rischi di frodi analizzando e assegnando valutazioni di rischio alla customer journey dei nuovi clienti. Attraverso un indirizzo IP combinato a un indirizzo e-mail (o un numero di telefono), le aziende possono ordinare con sicurezza i clienti in base al livello di rischio.
  • PRO INSIGHT: soluzione di revisione dell’identità che permette di valutare le ID, approvare transazioni e avere approfondimenti sulle frodi su scala globale.

Le demo disponibili a Netcomm Forum 2022

Intergic sarà presente a Netcomm Forum il 3 e 4 maggio presso lo stand C33 al piano 1. A disposizione degli utenti due demo per toccare con mano il funzionamento e i benefici della tecnologia Scan&Go di shopereme e lo Smart Mirror di My Size ID.

shopreme, leader nel settore Scan&Go con l’obiettivo di cambiare il modo in cui i consumatori vivono lo shopping fisico, consente agli utenti di scansionare i prodotti comodamente dallo smartphone e pagare direttamente all’interno dell’app. Durante Netcomm Forum 2022 i visitatori avranno la possibilità di testare il funzionamento della tecnologia Scan&Go per un’esperienza completamente digitalizzata anche in-store. All’interno dello stand sarà a disposizione uno scaffale che ospiterà prodotti veri e una demo app che permetterà di testare con mano l’esperienza di shopping tramite shopreme: dalla lista della spesa condivisa – che elimina in maniera automatica il prodotto quando questo viene scannerizzato – fino al pagamento in app.

La soluzione Scan&Go rappresenta il futuro per il mondo del retail e si applica ad ogni tipologia di punto vendita (supermercati inclusi): i clienti scansionano i loro acquisti con lo smartphone, pagano direttamente nell’app e lasciano il negozio senza passare dalle casse fisiche. Il tutto senza contatto diretto e senza l’utilizzo di dispositivi condivisi. L’uso di app di self-checkout consente inoltre di risparmiare tempo: gli utenti completano i loro acquisti in 39 secondi (contro i 99 senza uso del self checkout) e acquistano il 10% di prodotti in più[1].

Oltre alla sicurezza negli acquisti, shopreme offre una serie di vantaggi al retailer, tra cui: efficienza dei costi e dello spazio grazie al minor numero di registratori di cassa necessari; aumento della conversione e delle vendite attraverso la gestione di campagne in tempo reale, annunci e consigli iper-personalizzati; perfetta esperienza omnicanale tra spazio fisico e digitale.

A livello globale la soluzione di shopreme è utilizzata da diversi brand leader, tra cui: Billa, Penny, Rewe (Rewe Group), Douglas, Rossmann e XXXLutz Group.

Disponibile, inoltre, presso lo stand la demo di My Size ID dedicata alla tecnologia Smart Mirror. My Size ID utilizza un algoritmo brevettato che permette agli utenti di trovare la taglia perfetta in maniera semplice e veloce attraverso i sensori dello smartphone. Lo Smart Mirror di My Size ID è di un vero e proprio specchio intelligente per i punti vendita fisici che consente agli utenti di provare un capo facendo leva sulla realtà aumentata. Tutto ciò che il consumatore deve fare è installare l’App di My Size ID, prendere le proprie misure attraverso app e mostrarsi allo specchio per scegliere il prodotto da provare. Un avatar mostrerà come viene indossato il capo dall’utente. In questo modo, i consumatori possono provare gli abiti senza dover accedere ai camerini, diminuendo i tempi di acquisto.

“Siamo entusiasti di partecipare nuovamente al Netcomm Forum, l’evento in Italia più significativo per l’e-commerce, il digital retail e la digital transformation delle aziende, giunto alla sua XVII edizione. Quest’anno, Intergic presenta una nuova soluzione che fa il suo ingresso in Italia, Ekata, società di Mastercard leader globale nelle soluzioni di verifica dell’identità digitale e mette a disposizione degli utenti due demo per testare il funzionamento e i benefici per il mondo eCommerce di shopereme Scan&Go e My Size ID”, dichiara Marino Casucci, CEO e Founder di Intergic. “I dati confermano che il settore eCommerce continuerà a crescere anche dopo i numeri raggiunti nel periodo della pandemia. Le soluzioni che presentiamo a Netcomm sono volte a migliorare il business dei retailer ma anche la user experience degli utenti, sempre più esigenti e competenti”.

 

[1] Fonte: From Shopping Aids to Fully Autonomous Mobile Selfcheckouts – A Field Study in Retail;

VDC Research – Mobile Self Scanning Solutions

 

Digiqole ad

Articoli correlati