Il rapporto tra Microsoft e i simulatori di volo ha origine all’inizio degli anni ’80. Da allora c’è stato un costante processo di rinnovo e aggiornamento. È così che Flight Simulator è diventato un simbolo in ambito videoludico.

Anche se al momento non c’è un’esatta data di uscita, quest’anno verrà pubblicata la sua nuova e ultima versione. Sulla carta è un progetto davvero ambizioso. Si potrà volare in tutto il mondo, in più di 37.000 gli aeroporti. Lo streaming sarà gestito dall’infrastruttura cloud Azure di Microsoft. Usando come “base” le immagini satellitari di Bing Maps, il rendering del paesaggio sarà effettuata in tempo reale e trasmesso in streaming.

Anche dal punto di vista grafico sembra portare in campo un salto in avanti qualitativo notevole. Sotto il profilo hardware, infatti, dovrebbe richiedere, in base alle indiscrezioni filtrate, 150 Gb di spazio e una connessione da 5 Mbs.

Nei requisiti per giocare in moto ottimale, però, c’è la connessione ad almeno 20Mbps e per raggiungere una definizione in 4K con tutti gli effetti attivi ci vorrà un Intel i7 9800X o di un AMD Ryzen 7 Pro 2700X.