Nasce KickOut, la nuova divisione digitale di Think Cattleya

 Nasce KickOut, la nuova divisione digitale di Think Cattleya

Think Cattleya, la casa di produzione sotto la guida di Monica Riccioni specializzata nel settore pubblicitario, continua il proprio percorso di evoluzione annunciando il lancio sul mercato di KickOut, una nuova divisione creata per la realizzazione di contenuti digitali.

Con il lancio di KickOut si completa l’offerta di Think Cattleya anche sotto il profilo web, dopo un anno che ha visto la società lavorare a una diversificazione trasversale delle proprie attività. Si era posta, infati, l’obiettivo di rendersi competitiva e concorrenziale non soltanto nell’advertising classico ma anche nei settori di più recente sviluppo, ad esempio documentari, progetti seriali, music video (tra i progetti firmati, i video “I wanna be your slave” e “Mammamia” dei Maneskin).

Monica Riccioni, Ceo di Think Cattleya afferma: “Abbiamo strutturato questa divisione interna digital per soddisfare la più crescente richiesta dei brand di essere presenti anche nel mondo virtuale e affermarci sul mercato come realtà produttiva efficiente con un team dedicato. Tra le persone fondamentali figurano Martino Benvenuti, General Manager ed executive producer Think Cattleya e KickOut nelle sedi di Roma e Milano, e Andrea Stabilini nel ruolo di Producer digital di KickOut.

Grazie a KickOut, Think Cattleya continua a tracciare una linea precisa in un’ottica di evoluzione e trasversalità. Nel 2021 infatti, “TC si è dimostrata ancora una volta abile nel sapersi trasformare con dinamismo, confrontandosi con nuove sfide internazionali sia a livello strutturale, con l’apertura della sede spagnola Cattleya Producciones, sia a livello contenutistico, come per esempio la realizzazione dell’importante campagna globale adv “Near Life Experience” di Alfa Romeo, la produzione internazionale Kinder Natale “Calendario” e “Range” distribuita in ben 6 paesi per il colosso Ferrero Rocher. Possiamo quindi dire di essere pienamente soddisfatti non solo del percorso di enlargment TC, ma anche del fatturato che è risultato in forte crescita”.

Digiqole ad

Articoli correlati