Perché il quantum computing potrebbe cambiare la società

Cos’è il quantum computing? L’elaborazione quantistica delle informazioni e prospetta uno sviluppo tecnologico che può gestire informazioni sulla scorta delle leggi della fisica quantistica. Questa rivoluzione nella capacità di calcolo renderebbe possibile affrontare problemi troppo articolati per gli attuali sistemi, ma anche lo sviluppo di sistemi di comunicazioni e cifratura a base quantistica.

Un recente studio ha verificato la praticabilità di alcune operazioni che potrebbero costituire il fulcro di questa tecnologia, ossia la trasmissione di informazioni quantiche a distanza.

Il teletrasporto quantistico corrisponde a una procedura che può sembrare tratta da una pellicola cinematografica, ma è invece materia molto tecnica, fondata sul cosiddetto entanglement quantistico, ovvero un legame a distanza tra due particelle.

È grazie a questo fenomeno fisico che i ricercatori dell’Università di Bristol e della Technical University of Denmark sono riusciti a trasportare un’informazione da un chip all’altro senza passare per un collegamento fisico. La ricerca è stata pubblicata su Nature Physics, in un articolo in cui viene spiegato questo esperimento.

“Siamo stati in grado di dimostrare un collegamento entanglement di alta qualità tra due chip in laboratorio, in cui i fotoni su entrambi i chip condividono un singolo stato quantico – ha dichiarato entusiasta Dan Llewellyn, coautore del lavoro – Ogni chip è stato quindi completamente programmato per eseguire una serie di dimostrazioni che utilizzano l’entanglement”.

“Sulla base del nostro precedente risultato di sorgenti a singolo fotone su chip di alta qualità, abbiamo creato un circuito ancora più complesso contenente quattro fonti – spiega a questo proposito Imad Faruque, un altro coautore della ricerca – Tutte queste fonti sono testate e trovate quasi identiche emettendo fotoni quasi identici, criterio essenziale per l’insieme di esperimenti che abbiamo effettuato”.

Articoli correlati