RCS MediaGroup ha chiuso in calo il 2019, sia per utili che per ricavi

RCS MediaGroup si lascia alle spalle un 2019 dal segno meno. Scendono i ricavi netti consolidati (923,6 milioni), una contrazione di 52 milioni su base annua. Secondo l’azienda, la flessione sarebbe da attribuire a minori ricavi editoriali e pubblicitari.

I ricavi pubblicitari ammontano a 384,5 milioni, con un decremento di 21,3 milioni rispetto ai 405,8 milioni dell’esercizio precedente, per effetto di un andamento del mercato inferiore alle attese ed anche per l’assenza nel 2019 degli eventi sportivi di rilievo tipici degli anni pari che nel 2018 avevano generato ricavi aggiuntivi per circa 6 milioni, escludendo i quali la flessione passerebbe dal 5,2% al 3,8%.

I ricavi editoriali sono pari a 408,4 milioni, in flessione di 23,9 milioni (-5,5%) rispetto al 2018, per effetto del calo delle diffusioni in Italia e Spagna e della flessione delle vendite dei prodotti collaterali (-9,2 milioni), quest’ultima anche a causa della focalizzazione su operazioni a maggior marginalità, solo in parte compensati dallo sviluppo dei ricavi della casa editrice Solferino e dalla crescita degli abbonamenti digitali in Italia.

L’ammontare totale dei ricavi diversi è stato pari a 130,7 milioni rispetto ai 137,5 milioni del 2018 (-6,8 milioni, pari al -4,9%).

Articoli correlati