SEO&Love 2020. Grande successo per la sesta edizione dell’evento, in formato ibrido, dedicato alla business innovation e al digital marketing

Content marketing e strategie SEO, affermati professionisti e imprenditori di successo che raccontano l’innovazione digitale, storie di brand e casi studio, ma anche spettacolo, tanta ironia e divertimento. Tutto questo è SEO&Love, l’appuntamento che tutti gli amanti e appassionati del mondo della comunicazione aspettano ogni anno.
In diretta live streaming dal monumentale Palazzo della Gran Guardia di Verona, lo scorso sabato 3 ottobre l’evento ha riscosso un boom di adesioni anche nella nuova veste che ha dovuto assumere per via dell’emergenza in corso. In collaborazione con AGSM Verona, SEO&Love 2020 ha mescolato l’offline con l’online in modo da garantire ugualmente ai partecipanti un’esperienza coinvolgente e ricca di casi studio, tendenze di mercato e spunti strategici. Con una capienza di oltre 650 persone, tutti i 228 posti all’interno dell’auditorium – assegnati per permettere un congruo distanziamento tra gli ospiti – sono stati tutti occupati, mentre circa 500 persone hanno potuto collegarsi in diretta streaming e interagire con gli ospiti e relatori.

«Sono felice che anche quest’anno SEO&Love abbia avuto il suo meritato successo, nonostante le restrizioni dovute alle normative anti-contagio – dichiara Salvatore Russo, direttore creativo dell’evento. A tutti i partecipanti, presenti a Verona o in live streaming, abbiamo mostrato lo scenario in cui i brand dovranno confrontarsi con il mercato e pubblico di riferimento, delineando i nuovi modelli comunicativi da adottare. Grazie all’avvincente panel di ospiti e relatori io e Giulia Bezzi siamo riusciti a soddisfare le aspettative del nostro pubblico facendogli vivere un’esperienza unica di formazione, informazione e interazione».

Dati, ricerche e sondaggi: tutti gli interventi della mattina

La mattinata di SEO&Love 2020 è stata aperta da Salvatore Russo e Giulia Bezzi, i founder della società &Love, con un’introduzione su come dare forma a una strategia dei contenuti in grado di generare business, come comunicare la propria identità, coinvolgere il pubblico in esperienze rilevanti e convertire ogni opportunità in business, oltre a costruire un brand amato dal pubblico. Con Ipsos, leader mondiale nello sviluppo di ricerche e sondaggi, e Diversity Lab sono stati forniti dati di mercato su brand purpose, most influential brand e diversity brand awards per definire gli elementi che fanno la differenza e determinano un vantaggio competitivo importante nella strategia di comunicazione di un marchio.
Il primo ospite a salire sul palco è stato l’esperto di storytelling Andrea Fontana, che ha fornito alcune soluzioni possibili alle grandi sfide e ai grandi cambiamenti che in questo momento storico stiamo vivendo: dal Climate Change al cripto valute, dall’attivismo di marca e il coding genetico fino alla realtà alterata. Dopo Fontana, è stato il turno di Ale Agostini, Direttore generale dell’agenzia di digital marketing AvantGrade.com, con un intervento focalizzato sull’update Google BERT e sulle tecniche di Intelligenza Artificiale applicate alle immagini. A seguire, si è parlato di Neuromarketing assieme a Giuliano Trenti di NeurExplore, che ha coinvolto il pubblico con un esperimento e con la presentazione di casi studio partendo dalla ricerca fino allo sviluppo di strategie e al raggiungimento di risultati concreti. Lo speech di Mario Diotto, docente universitario esperto di Predicting Personality, invece, ha permesso di illustrare le tecniche di neuromarketing predittivo e neurobranding attualmente in essere per produrre un coinvolgimento del cliente attraverso l’uso di archetipi, bias cognitivi, sistemi di persuasione che entrano in campo e che permettono la memorizzazione del prodotto o servizio proposto. La mattinata si è poi conclusa con il diretto live streaming di un super ospite: lo scrittore e saggista Alessandro Baricco, che ha portato come spunto di riflessione uno dei suoi ultimi saggi, The Game, per dare fornire dare una struttura cronologica, gerarchica e geografica alle innovazioni digitali che hanno cambiato le nostre vite negli ultimi trent’anni.

Un pomeriggio dedicato a Brand Value, Influencer Marketing, digital marketing e tanti casi studio

Dalle best practice di Facebook Marketing con Veronica Gentili e Google ADS con Giampaolo Lorusso fino all’analisi delle nuove tendenze valoriali delle aziende dopo la pandemia trascorsa insieme a Matteo Flora. Sono questi alcuni dei temi affrontati che hanno caratterizzato il primo pomeriggio di SEO&Love.
Interessante, inoltre, l’intervento di Matteo Pogliani, fondatore dell’Osservatorio Nazionale Influencer Marketing, che ha presentato un dettagliato report sullo stato attuale dell’influencer marketing in Italia per comprendere i trend e le principali caratteristiche del mercato. La giornata si è poi conclusa con il racconto di storie di successo e casi studio portati dal giornalista Toni Capuozzo, Francesco Mattucci, co-founder di Garage Raw, la prima Instagram Marketing Agency Italiana, Veronica Verona, fondatrice dell’Accademia dello Showroom, Liliana Di Donato, caporedattrice di Donna Moderna, Raffaella Casella, brand ambassador dell’agenzia di marketing e comunicazione Gruppo icat, e infine i content creator e influencer Valentina Raso e Alex Camara.

Articoli correlati