Sospensione delle pubblicità di Coca-cola ad aprile

Il mercato della pubblicità è tra quelli colpiti dall’emergenza Covid-19. Lo dimostra la scelta di Coca-Cola, celebre multinazionale di Atlanta, che ha deciso, la settimana scorsa, di sospendere gli investimenti nel Regno Unito e ha poi esteso il provvedimento a nuovi mercati. Coinvolto anche il nostro Paese, come dichiarato dall’azienda in un post sulla pagina Facebook italiana.

“In questo momento difficile, abbiamo deciso di sospendere tutta la nostra pubblicità – si legge nel post -. Ora la nostra priorità è occuparci della sicurezza e salute dei nostri colleghi e della comunità. Insieme ai nostri partner imbottigliatori e a The Coca-Cola Foundation stiamo donando oltre 120 milioni di dollari a livello globale a sostegno dell’emergenza Covid-19. Insieme, possiamo fare la differenza”.

Coca-Cola specifica che la sospensione della pubblicità sarà attiva da aprile, e coinvolgerà sia il marchio Coca-Cola che gli altri marchi dell’azienda (che comprendono Fanta, Sprite, Powerade e Acqua Lilia).

Resta di fatto che, in un momento dell’anno in cui tradizionalmente il mondo del beverage è molto presente sui mass media, Coca-Cola – una multinazionale che investe in marketing e adv oltre 4 miliardi di dollari all’anno -, non ci sarà, e non si sa ancora per quanto tempo.

Digiqole ad

Articoli correlati