Talkwalker: anche TikTok tra i social monitorati dalla piattaforma di consumer intelligence

 Talkwalker: anche TikTok tra i social monitorati dalla piattaforma di consumer intelligence

Talkwalker, società di Consumer Intelligence numero uno al mondo che dagli uffici di Lussemburgo, New York, San Francisco, Francoforte, Singapore, Parigi, Tokyo, Londra, Sydney, Città del Messico e Milano assiste con tecnologia propria oltre 2.500 brand sul tema della customer, market e social intelligence, a partire da oggi aggiunge al monitoraggio delle piattaforme social anche TikTok.

Analizzando milioni di video da qualsiasi account TikTok, Talkwalker permette alle aziende di raccogliere informazioni specifiche e dettagliate su come i consumatori interagiscono con i loro brand. TikTok con il 63% degli utilizzatori che ha meno di 30 anni è la piattaforma social che è in forte crescita sia in termini di dimensioni che di importanza e, secondo le stime del report Social Media Trends di Talkwalker, nel 2022 diventerà il social più utilizzato al mondo.

“Ora siamo in grado di fornire ai nostri clienti anche i dati provenienti da questa piattaforma sempre più di tendenza così da dare loro una chiara comprensione di ciò che rende così attiva la generazione di TikTok – commenta Tod Nielsen, CEO di TalkwalkerGrazie alla combinazione di questi dati con gli altri provenienti da tutte le principali piattaforme social media, da oggi, siamo in grado di offrire ai brand la Consumer Intelligence più completa sul mercato”.

Con Talkwalker, infatti, le aziende possono utilizzare la piattaforma di consumer intelligence per misurare l’impatto delle loro campagne, monitorare le attività della concorrenza, identificare e analizzare l’impatto degli influencer, nonché trovare i video che stimolano maggiormente le conversazioni interno al proprio brand.

“Ma non solo – aggiunge Francesco Turco, marketing executive di Talkwalker – i nostri clienti possono applicare anche in questo caso la tecnologia proprietaria Talkwalker di riconoscimento delle immagini per identificare loghi e prodotti all’interno dei post, così da comprendere meglio come i consumatori interagiscono con il loro marchio, il tutto in tempo reale.”

Digiqole ad

Articoli correlati